Parigi

Parigi.com

Perché visitare il Louvre di Parigi


Non credete alla mia parola. Ve lo dirà lo Smithsonian. Il Museo del Louvre è uno dei 28 luoghi al mondo in cui bisogna andare prima di morire (Smithsonian Magazine, gennaio 2008).



La gente andrebbe ancora al Museo del Louvre se non ci fossero la Gioconda, la Vittoria alata di Samatracia e la Venere di Milo? Sarebbe ancora un grande museo, ma non altrettanto grande.

Star del cinema, cantanti e una miriade di celebrità vanno e vengono. Il nostro concetto di talento e bellezza tende a essere volubile come le ballerine di lap dance, ma Mona rimane. Ecco perché dovete andare a vedere la Monna Lisa di Leonardo da Vinci, almeno una volta, di persona. Potreste rimanere delusi. Potreste trovarla poco attraente, ma la vecchia ragazza ha una forza di resistenza. È in circolazione dal 1500, e questo è un bel record. Tra tutti i suoi dipinti, Leonardo scelse di portare con sé Monna dall'Italia alla corte francese di Re Francesco I. A Francesco piacque ovviamente il dipinto e lo tenne come pezzo forte della sua collezione. Da allora è sempre rimasta qui (tranne che per una breve parentesi di liberazione, quando fu rubata non per denaro, ma per amore).

Quindi, se avete bisogno di essere convinti dell'importanza di andare al Louvre, spero che questo risolva la questione. Ma c'è dell'altro, circa 35.000 motivi in più per visitare il Louvre. Questo è il numero approssimativo di opere d'arte e manufatti che si possono ammirare al Louvre (l'intera collezione contiene oltre 300.000 pezzi singoli) e i suoi tesori non si limitano alle sole civiltà occidentali. Troverete imponenti lasciti di regni a lungo dimenticati da Hollywood: le sculture e i freizework dell'antica Assiria, di Ninevah, di Sargon e di Khorsabah. Qui si trova il codice di Hammarabi (1792-1750 a.C.) e, dall'Egitto, la Grande Sfinge.

I consigli per visitare il Louvre

Se non avete ancora letto la sezione di Rick Steve sul Louvre nella sua guida Paris 2007, ve la consiglio assolutamente per un'introduzione al Louvre molto istruttiva e molto leggibile. Anche se ho visitato il Louvre diverse volte, ho imparato molto dalle sue descrizioni (in particolare per quanto riguarda il dipartimento di scultura del museo). Gli "esperti" potrebbero storcere il naso, ma io non sono un'esperta d'arte e quindi apprezzo le descrizioni e le illustrazioni semplici ma divertenti di Rick.

Consiglio #1: Ricordate che il giorno di chiusura è il martedì.

Suggerimento #2: Acquistate il vostro biglietto online o acquistatelo presso una delle biglietterie automatiche nell'atrio principale sotto la piramide.

Suggerimento #3: Entrate gratis la prima domenica del mese e il 14 luglio, giorno della Bastiglia. Oppure, nelle serate di mercoledì e venerdì, è possibile usufruire di una tariffa serale ridotta.

Consiglio #4: Assicuratevi che il dipartimento che intendete visitare sia aperto, perché alcuni dipartimenti, come la collezione di dipinti francesi, sono chiusi in alcuni giorni della settimana.



Suggerimento #5: Verificate le varie entrate del museo per trovare l'accesso più rapido. (L'ingresso principale attraverso la piramide di vetro è il più spettacolare, ma anche il più affollato. Si può accedere da sotto l'arco del Carrousel (all'ingresso dei giardini delle Tuileries), in metropolitana dalla fermata: Palais Royal, dall'ingresso del Leone (nell'ala che costeggia la Senna).

Suggerimento #6: Visitate il museo durante le ore serali (mercoledì e venerdì sera) risparmiando così le giornate per le attività all'aperto (assicuratevi che le ali che volete visitare siano aperte durante le ore serali).

Pianificazione della visita

Suggerimento #1: Datevi un limite pianificando un itinerario. Il percorso per i tre "grandi" Venere di Milo, Monna Lisa e Vittoria di Samatracia è ben indicato. Tuttavia, il Louvre è enorme. La Grande Galleria (dove si trova la Gioconda) è lunga quasi come tre campi da calcio allineati da un lato all'altro. Se vi fermate a ogni quadro prima di arrivare alla Gioconda, beh, avete capito il concetto. Prendete la palla e correte.

Suggerimento #2: Visitate il sito web del Louvre e prendete confidenza con la struttura del museo. Avete un quadro o un artista preferito? Verificate se le sue opere sono incluse nella vasta collezione. È bene annotare il nome dell'ala, ad esempio Denon è l'ala della "Monna Lisa", Richelieu, ecc. e il piano.

Anche dopo aver annotato con cura tutte queste informazioni, è possibile che ci si perda o che l'opera d'arte si perda temporaneamente. Nel giugno 2007, la Venere di Milo è stata spostata nell'ala Sully, sala 7 del piano terra. Chi di noi ha visto la Venere languire nel suo alloggio temporaneo ha condiviso il suo dolore. Si spera che, al momento della stesura di questo articolo, la Venere sia di nuovo in bella mostra.

Suggerimento #3: Portate con voi una torcia elettrica. Ne avrete bisogno per l'ala egizia. Non sto scherzando. E non sto scherzando sul fatto che ci sono borseggiatori in agguato negli angoli poco illuminati.

Suggerimento #4: Dirigetevi verso la zona pranzo al piano superiore dell'ala Richelieu per uno spuntino o una pausa pranzo.

Suggerimento #5: Non tentare di vedere tutto. È impossibile. Non riuscirete mai a vedere tutto. È meglio trascorrere la mattinata o il pomeriggio in compagnia di una o due opere d'arte. Non si fa propria un'opera d'arte acquistandola. Nessuno può davvero possedere l'arte. Trascorrete abbastanza tempo con un quadro e sarà vostro per sempre.

Quindi, per favore, fate questo per me se andate al Louvre. Trovate un quadro, una scultura, un oggetto d'arte e fatelo vostro. Meglio ancora, condividete la vostra scelta e i vostri commenti con altre persone.


Visitare Parigi



Prenotazione hotel a Parigi o in qualunque altra città o località del mondo:
Booking.com


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti