Parigi

Parigi.com

Quartieri di Parigi: lo chic 16eme arrondissement


Le cattive abitudini sono dure a morire e io sono colpevole di una delle peggiori: generalizzare sul 16° arrondissement, ad esempio "è l'arrondissement di lusso dove la maggior parte dei mortali non può permettersi di respirare l'aria, i negozi sono tutti boutique di alta moda - troppo costosi - e il resto degli edifici haussmanniani è riservato alle ambasciate straniere e agli hotel di lusso".



Forse questo vale per alcuni quartieri del 16° arrondissement, situato sulla riva destra di Parigi, ma grazie a Francoise, un'amica che è una "vera" parigina, cioè è cresciuta in questa città, ho scoperto che questo luogo comune è da tempo da buttare.

Se amate l'atmosfera da villaggio nel cuore di Parigi, non c'è posto migliore di Rue de l'Annonciation o del vicino mercato coperto nel quartiere di Passy, nel 16° arrondissement (metro: Passy), per assorbire i panorami e i suoni di un vivace mercato. Uno dei famosi negozi di prodotti che troverete in Rue de l'Annonciation è "Gosselin", che ha un negozio anche a St. Vaast-la-Hougue, sulla costa normanna.

Passy non è sconosciuta agli americani: è qui che Benjamin Franklin soggiornò per la prima volta quando arrivò a Parigi. Sebbene intorno a quello che un tempo era un villaggio separato dal centro di Parigi sia cresciuta una comunità d'affari di alto livello, Passy conserva ancora la sua "atmosfera da villaggio". Francoise mi ha portato in una delle sue brasserie locali, Le Rallye Passy, che ha una terrazza interna per pranzi tranquilli - e i prezzi riflettono il gusto della clientela locale (buon cibo e prezzi normali), quello che noi chiamiamo "bon rapport, qualité/prix".



Ci siamo fermati a chiacchierare con uno dei venditori di frutta locali e abbiamo avuto una discussione animata sul modo migliore di esporre la frutta. Francoise gli ha ricordato che il "modo parigino" di impilare la frutta dovrebbe essere un po' disordinato, "non troppo ordinato". Il che mi fa venire in mente una delle mie citazioni preferite del fondatore della Cineteca francese, Henri Langlois:
"J'aime le desordre!" - "Amo il disordine!".

Inutile dire che dopo un delizioso pranzo a base di "steak tartare", cioè carne macinata cruda mescolata con uovo crudo, molte spezie, ecc. e un bicchiere di Cotes de Rhone, naturalmente un po' di window-shopping è "de rigueur" quando si è nel 16° (alcuni cliché sono veri) e quale posto migliore per fare shopping se non lungo Rue Passy?

Una delle boutique che abbiamo visitato è "Carroll", una delle preferite da alcune conoscenze francesi. È il posto giusto per un look "classico" senza spendere troppo. Per noi americani, ancora afflitti dai problemi di conversione della valuta, potrebbe essere un po' caro, ma gli stili non sono alla moda e dovreste essere in grado di indossare a lungo questi modelli casual, ma ben concepiti (le filiali di Carroll si trovano in tutta Parigi e l'abbigliamento è presente anche nei grandi magazzini come Galleries Lafayette e Printemps).

Per tornare alla metropolitana, basta continuare a camminare lungo Rue de Passy (che vi porterà proprio davanti all'Hotel Passy-Eiffel, 10 Rue de Passy. Mi ci sono fermata per prendere un volantino. Che posto comodo per esplorare questo quartiere che sfida tutti i cliché!

Albergo Passy-Eiffel
10 Rue Passy.
Metro: Passy.
Tél : 01 45 25 55 66 - Fax : 01 42 88 89 88.


Visitare Parigi


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti