Parigi

Parigi.com

Il verde e la Parigi ecologica


Parigi può contare 500.000 alberi nei suoi parchi, giardini e viali - si può parlare, senza rischiare di essere smentiti, di una Parigi verde: giardini per ogni stagione - ma ha ancora molta strada da fare prima di diventare una città ecologicamente corretta. Solo negli ultimi anni sono comparsi i bidoni per la raccolta differenziata nei complessi residenziali.



La posta indesiderata si accumula nelle cassette delle lettere, a meno che non si invii una lettera formale per chiedere che i volantini non vengano più gettati, appunto, nella cassetta delle lettere.

Nonostante il servizio di noleggio biciclette a breve termine della città, Velib, anni di gas di scarico dei camion diesel e pratiche di incenerimento lasciano ancora molti appartamenti con una polvere sottile di graniglia, poco è stato fatto. Me ne accorgo ogni volta che, dopo un viaggio, ad esempio dalla Normandia, apro le persiane e mi ritrovo le mani coperte di sporcizia. Anche con le finestre a doppio vetro sigillate ermeticamente, la sporcizia entra nell'appartamento.

Anche se, a dire il vero, è raro trovare forni a carbone, alcuni esistono ancora.

Quando si tratta di essere ecologici, questo è un caso in cui Parigi tende a trascinarsi rispetto alle "province". Per esempio, ho notato che nel villaggio in cui ci siamo recati in Normandia sono stati installati i bidoni per la raccolta differenziata molto prima del nostro condominio parigino. In alcuni casi i supermercati (come Champion e LeClerc in Normandia) semplicemente non distribuiscono sacchetti di plastica.

Nel frattempo, il Monoprix nel nostro quartiere di Montparnasse ha una corsia di uscita per le persone che non vogliono sacchetti di plastica gratuiti. Ho notato che la maggior parte delle persone non si preoccupa di utilizzare la corsia senza sacchetti di plastica. Tutti i supermercati che ho visitato permettono ai clienti di portare con sé i propri "contenitori" per la spesa. È un buon modo per evitare di usare la plastica.

Su alcune questioni come l'acqua e l'energia, i parigini sono particolarmente attenti quando devono pagare. Nel nostro edificio, l'acqua viene pagata come parte del canone mensile di manutenzione.

Anche se la maggior parte delle persone qui cerca di mangiare il più sano possibile, non credo che la consapevolezza delle questioni ambientali sia molto evidente nella vita quotidiana. Il recente divieto di fumare sigarette è un passo nella giusta direzione. Dimostra che le persone stanno diventando molto più consapevoli di come le loro azioni possano avere un impatto malsano sui loro vicini.



Parigi è sulla buona strada e a giugno diventerà un po' più verde. La città di Parigi sta aggiungendo un giardino della biodiversità per i mesi estivi proprio nella piazza del municipio. È destinato a collegarsi a Paris Plage. Il "jardin ephemere" dell'Hotel de Ville aprirà a giugno e rimarrà aperto fino ad agosto.

Nel frattempo, il Festival Mondial de la Terre (Giornata della Terra) inizia a giugno al Parco Bercy, nel 12° arrondissement. Questa tre giorni di eventi gratuiti (tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00) vedrà la partecipazione di 50 stand, una serie di concerti gratuiti e una mappa gratuita per chi vorrà impegnarsi a diventare un difensore dell'ambiente.

Festival de la Terre
Dal 13 al 15 giugno.
Palais Omnisports Bercy.
Metro: Bercy.
75012.

Moda di strada in primavera a Parigi


Mettete in valigia le ballerine e le scarpe da ginnastica Converse e siete pronti per Parigi. Ieri, alla stazione ferroviaria Gare St. Lazare, ho visto ogni variante di ballerina e Converse, dalle ballerine dorate scintillanti alle Converse basse arancioni pallide. Finalmente i parigini si sono tolti gli stivali i primi di maggio.

Carine Chenaux, l'esperta di shopping di A Nous Paris, ha capito cosa vogliono le donne francesi nella sua sezione shopping "Sobre et Chic". In altre parole, il metallico "Bling-Bling" può essere digerito solo a piccole dosi e, per alcune, per niente.

Un buon esempio di moda di strada a primavera: Ballerine Simplissime di Massimo Dutti (tel. 01 53 29 92 70).

Altro esempio: Chuck Taylor All Star vintage "Black Five Weaved Blanc et or" e "Distressed Foxing Hi Marron".

Se non avete ancora scoperto A Nous Paris, lo troverete gratuitamente in metropolitana. Si tratta di un pratico settimanale in lingua francese che vi aggiornerà sulle novità urbane e sullo stile.  Continua... Moda di strada in primavera a Parigi


Altri interessanti articoli del sito correlati:

Giugno a Parigi
Moda di strada in primavera a Parigi
Champs-Elysées, Parigi
Intorno alla cattedrale di Notre-Dame di Parigi
Visita alla Cattedrale di Notre Dame di Parigi
5 attrazioni preferite dai bambini a Parigi
Cultura e romanticismo a Parigi
I migliori caffè di Parigi per osservare le persone


Visitare Parigi


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti