Parigi

Parigi.com

Basilica del Sacro Cuore a Montmartre


La prima volta che ho visitato Parigi durante una gita scolastica dalla mia base di studio all'estero in Inghilterra, sono rimasta colpita da molte cose della città: ovunque mi girassi sembrava che ci fosse qualcosa di bello. Ma c'è un edificio che ancora oggi mi ha colpito così tanto durante quella prima visita che rimane uno dei miei luoghi preferiti in tutta la città. Si tratta della Basilica del Sacro Cuore a Montmartre.



Sebbene fossi preparata alla grazia della Torre Eiffel e all'imponenza di Versailles, credo che l'eleganza del Sacre Coeur mi abbia colta di sorpresa. Era una chiesa di cui non avevo mai sentito parlare prima della mia prima visita a Parigi e, quando seguii i miei compagni di classe sulla collina di Montmartre in cerca di cibo a buon mercato e di una bella vista, ricordo di aver girato l'angolo e di essermi trovata di fronte a una chiesa bianca e splendente con cupole a forma di uovo e una posizione dominante sulla città. Io e i miei amici ci siamo seduti per ore sui gradini davanti al Sacro Cuore mentre il sole tramontava, sgranocchiando crepes ripiene di Nutella e respingendo i vari uomini rasta che si offrivano di intrecciare corde colorate nei nostri capelli per pochi franchi. E non sto scherzando quando dico che in sottofondo c'era la musica della fisarmonica di qualche musicista di strada non identificato. Quella serata è stata tutto ciò che una serata parigina dovrebbe essere, quindi è logico che il Sacro Cuore rimanga così vicino al mio cuore.

Solo dopo un viaggio di ritorno a Parigi, molti anni dopo, ho finalmente messo piede nella basilica e mi sono preoccupata di imparare qualcosa su di essa! Ho quindi pensato di condividere con voi alcune delle cose che ho imparato, in modo che possiate sperimentare la magia del Sacro Cuore e capire anche un po' di storia.

La Basilica del Sacro Cuore, o Basilique du Sacre Coeur in francese, è relativamente nuova in termini di architettura parigina. La costruzione è iniziata nel 1875 su progetto dell'architetto francese Paul Abadie, il cui progetto ha battuto più di 70 altri in un concorso. Sebbene Abadie sia morto nel 1884, molto prima del completamento della chiesa, il suo progetto è stato portato avanti dalle persone che hanno supervisionato la costruzione dopo la sua morte. La basilica fu finalmente terminata nel 1914, anche se fu dedicata solo dopo la fine della Prima Guerra Mondiale, nel 1919.

Mentre molti viaggiatori hanno familiarità con gli angoli acuti e i contrafforti rampanti delle cattedrali gotiche come Notre Dame, le cupole arrotondate del design bizantino sono meno comuni in Europa occidentale (la Basilica di San Marco a Venezia è un grande esempio di architettura bizantina) - quindi non sorprende che un'interpretazione dell'architettura bizantina come il Sacro Cuore sembri fuori luogo in quella che consideriamo una città vecchia. La cosa interessante è che il progetto era addirittura insolito quando è stato proposto per la prima volta, eppure ha vinto il concorso. A mio avviso, Abadie è riuscito a creare qualcosa che era in anticipo sui tempi nel XIX secolo e che rimane una sorta di avanguardia ancora oggi.

Come già detto, una delle cose che mi ha colpito quando ho visto per la prima volta il Sacro Cuore è stato il suo bianco brillante, e quando ci ho ripensato ho pensato che doveva essere stato solo pulito per essere così luminoso. In realtà, la pietra di travertino che compone la basilica contiene una sostanza che la mantiene bianca e scintillante anche dopo anni di immersione nell'atmosfera di Parigi. In questo modo, non solo avrete sempre la vista di una chiesa splendidamente luminosa quando la visiterete, ma non dovrete nemmeno preoccuparvi che venga ricoperta da impalcature mentre l'esterno viene pulito.

Oltre a visitare l'interno della basilica e a godersi la vista dai suoi gradini, è possibile salire sulla cupola più alta e visitare anche la cripta sottostante la chiesa. La cupola è il secondo punto di osservazione più alto di Parigi dopo la Torre Eiffel e, una volta saliti in cima, si può passeggiare al suo interno. La cripta contiene quello che secondo alcuni è il Sacro Cuore di Cristo, da cui la basilica prende il nome.



Alcune interessanti curiosità sul Sacro Cuore, che non esitate a raccontare durante gli aperitivi:

La campana più grande del campanile della chiesa, la campana Savoyarde, pesa ben 19 tonnellate ed è una delle più pesanti al mondo.

Questa curiosità proviene da un locale, che mi ha inviato un'e-mail per dirmi: "Ed ecco un'altra curiosità sul Sacro Cuore: fu costruito in un periodo in cui l'area circostante, resa famosa dai romanzi di Emile Zola, era considerata un covo di iniquità. Con una chiesa che si ergeva proprio sopra il quartiere Pigalle, si sperava che un po' di santità potesse trasferirsi sul lato più selvaggio di Parigi. Non ha funzionato. Il Moulin Rouge va ancora forte e Pigalle è ancora considerato il "quartiere a luci rosse" di Parigi. Vive la differenza!".

La basilica è apparsa in alcuni film e video musicali, tra cui "Amelie", "Sabrina", "Truly Madly Deeply" dei Savage Garden e "Two Hearts Beat as One" degli U2.

Ubicazione: Basilique du Sacre-Coeur de Montmartre, Pl. du Parvis-du-Sacré-Coeur, 18e, 75018 Parigi.
Come arrivare: Potete prendere la metropolitana di Parigi fino alla fermata Abbesses e poi prendere la Funiculare fino alla cima della collina di Montmartre (o camminare!), oppure prendere la metropolitana fino a Pigalle o Jules Joffrin e prendere il Montmartrobus fino alla collina. Le linee di autobus 30, 31, 80 e 85 sono le più vicine alla basilica. Se si va in macchina, c'è un parcheggio ad Anvers e poi si sale a piedi sulla collina.

Orari: Tutti i giorni, dalle 6.00 alle 23.00; la salita alla cupola o la visita alla cripta sono disponibili dalle 9.00 alle 19.00 (18.00 in inverno).
Ingresso: La basilica è gratuita, ma per salire sulla cupola o entrare nella cripta costa 5 euro (è un biglietto combinato per entrambi).

Suggerimenti: Se desiderate visitare il Sacro Cuore durante una funzione, siete i benvenuti. Le funzioni si tengono in diversi momenti ogni giorno della settimana - controllate gli orari pubblicati.


Visitare Parigi


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti