Parigi

Parigi.com

Quartiere di Montmartre a Parigi


Montmartre è un'affascinante miscela di vecchio e nuovo, squallido e sacro, bizzarro e blasé. In questa zona di Parigi, tecnicamente il 18° arrondissement, si trova di tutto, dal Moulin Rouge al Musée d'Erotisme, fino alla Basilica del Sacro Cuore. Ci sono diversi negozi d'arte, un museo di Dalì e persino un'azienda vinicola.



In alcuni punti ci sono colline ripide, quindi preparatevi a una camminata, in particolare fino alla Basilica. Ma ci sono anche strade acciottolate, con negozi di antiquariato e "bistrot".

La parola "bistro" deriva dal russo e significa "veloce". È stata importata all'inizio del XIX secolo dagli occupanti cosacchi che volevano essere nutriti immediatamente. Nei locali risalenti al 1793, in Place du Tertre, si serve di tutto, dalle cosce di rana alla Tarte Tatin.

All'Espace Montmartre si può ammirare un'incisione originale di Dalì e curiosare sotto gli occhi del personale. Il museo ospita sculture, litografie, disegni e persino alcuni mobili di Dalì.

Per un'esperienza artistica diversa, visitate il Musée de Montmartre. Questa casa del XVII secolo ospita appartamenti un tempo occupati da Renoir, Utrillo e altri nomi famosi. La Galette di Renoir, venduta all'asta nel 1990 per 78 milioni di dollari, è stata terminata qui. Tra le altre opere, sono esposti diversi manifesti originali di Toulouse-Lautrec.

E mentre pensate a Lautrec, non dimenticate di visitare (almeno l'esterno del) Moulin Rouge. Molto costoso (100 dollari o più), con uno spettacolo che raccoglie recensioni contrastanti, il mulino a vento all'esterno è un'occasione fotografica da non perdere.



A circa 20 minuti a piedi dalla Basilica del Sacro Cuore, ci sono anche diversi altri locali notturni nella zona. Attenzione però al quartiere Pigalle. È una delle zone più malfamate della zona.

Al contrario, il cimitero di Montmartre, situato nella parte orientale del quartiere, è un piacevole parco nelle vicinanze. Alberato, fiorito e costellato di panchine, vi sono tombe e mausolei a bizzeffe.

Se visitate il parco a metà ottobre, potreste anche assistere alla Festa dell'Uva, poco distante. Ospita l'unico vigneto di Parigi, il Clos Montmartre (al 12 di Rue Cortot), piantato nel 1933 e con 2.000 viti coltivate. Sono rappresentate la maggior parte delle varietà coltivate in Francia e gli amanti del vino non rimarranno delusi.

Per chi ama le escursioni, si può partire dalla metropolitana delle Abbesses. Prendetevi qualche minuto per ammirare la tenda Art Nouveau e i mosaici intorno alla porta dell'Eglise St Jean l'Evangéliste.

Nei dintorni, visitate la cripta della Chappelle du Martyre (al 9 di Rue Yvonne-Le-Tac). Qui riposa il primo vescovo di Parigi, San Denys, nel luogo in cui Loyala, il fondatore dei Gesuiti, prese i voti. (Aperto solo il venerdì).

Molti vorranno concludere la visita con una gita alla Basilica del Sacro Cuore, in cima alla collina. Sia che ci si trovi sui gradini bianchi o sulla cupola, la vista è spettacolare. Andate presto per evitare la folla e il caldo.

Montmartre è accessibile tramite diverse linee della metropolitana. M12 (Lamarck-Caulaincourt) o M4 (Chateau-Rouge), stazione Blanche, ecc. Tutte quelle che portano al 18° arrondissement, considerando che un "arrondissement" è un distretto, disposto intorno a Parigi in senso orario, con il 1° al centro del quadrante dell'orologio.


Visitare Parigi



Prenotazione hotel a Parigi o in qualunque altra città o località del mondo:
Booking.com


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti