Parigi

Parigi.com

Moda autunnale a Parigi: la kefiah


Agosto è appena passato, ma (grazie a un'ondata di freddo durante la terza settimana di agosto), i parigini hanno già tirato fuori gli stivali (alcuni di noi li indossavano ancora a giugno) e l'accessorio essenziale dell'autunno: una sorta di lunga sciarpa per proteggere il collo, la kefiah.



Quest'autunno vedrete senza dubbio gli studenti francesi indossare una kefiah. Il foulard/copricapo è comunemente associato alle regioni desertiche del Nord Africa e del Medio Oriente.

Nel 2005, il foulard kefiah era considerato "cool" in alcuni ambienti della moda. Una mia fonte canadese sulle tendenze della moda ha notato che il profilo del portatore di kefiah variava a seconda della parte dell'oceano in cui si viveva. In Canada, erano più spesso gli skinhead a indossare la kefiah, ma la kefiah faceva anche molto parte del gay chic. Qui, in Francia, sembra più una cosa da preppy, termine che deriva dall'inglese “preparatory school”, generalmente riferito alle scuole e alle uniformi degli studenti americani prossimi alla vita universitaria del college.

La kefiah potrebbe fare la fine della pashmina

Non stupitevi quindi di vedere studenti francesi che sfoggiano la kefiah per proteggersi dal "rhume" o dal raffreddore durante i mesi autunnali e invernali, il che è ben diverso dal suo intento originario: proteggere gli abitanti del deserto dalle tempeste di sabbia e dalle scottature. Nelle regioni desertiche (compreso il Medio Oriente e il Nord Africa) la kefiah viene utilizzata per proteggere la sommità del capo, parte del viso e del collo. Storicamente, la tribù di appartenenza e lo status tribale potevano essere accertati dai dettagli del copricapo.



Questo ci porta al dibattito molto acceso sul fatto che indossare una kefiah possa essere anche una dichiarazione politica. Secondo alcuni devoti della moda politicamente corretta, indossare questa sciarpa a quadretti bianchi e neri (o rossi e bianchi) indica che chi la indossa è un simpatizzante del movimento di liberazione della Palestina. Un passo in più: indossare una sciarpa del genere, per alcuni, simboleggerebbe l'antisemitismo. Parte della ragione di questa supposizione è il fatto che il leader del movimento per uno Stato palestinese Yasser Arafat era stato spesso ritratto con la kefiah.

Se chiedete allo studente francese medio se la sua scelta del foulard riflette i suoi valori politici, probabilmente vi troverete di fronte a una totale incomprensione. La kefiah è un accessorio talmente diffuso tra gli studenti che sarebbe quasi ridicolo pensare che la maggior parte di essi si preoccupi solo di superare il "bac".

Nel frattempo, dall'altra parte dell'oceano, Dunkin Donuts ha imparato molto presto il prezzo da pagare per aver ignorato la politica della moda. Dopo tanto clamore, Dunkin Donuts ha finalmente ritirato uno spot pubblicitario in cui Rachel Ray indossava una sciarpa (che assomigliava a una kefiah), ma che è stata descritta dal consulente di moda per le riprese come una "sciarpa paisley". L'ultima notizia proveniente da "Down Under" è che indossare la kefiah è stato altrettanto offensivo per alcuni clienti palestinesi di un negozio di vini di Bondi.

A parte essere etichettati come gay, skinhead, antisemiti, simpatizzanti della liberazione della Palestina o qualsiasi altra etichetta possa essere lontanamente associata a questo controverso pezzo di stoffa, quali potrebbero essere le ragioni per cui scegliereste di non indossare una kefiah? Il tempo è così piacevole che non c'è bisogno di indossare una sciarpa.

Siete stati criticati o vi è stato proibito di indossare gli abiti che vi piacciono? Si spera che i lettori siano in grado di fare scelte di moda consapevoli e che indossare, ad esempio, una sciarpa di un certo tipo non rappresenti un problema per nessuno.

Altri articoli del sito correlati, in special modo della sezione Visitare Parigi:

Abbigliamento in valigia per un viaggio invernale a Parigi
Neve a Parigi come un'illusione
Moda di strada della Rive Droite a Parigi
10 cose da fare gratis a Parigi
Casa di Victor Hugo, Parigi


Visitare Parigi


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti