Parigi

Parigi.com

Il Louvre, Parigi


Senza dubbio il nome più famoso nel mondo dei musei d'arte, il Louvre merita ampiamente la sua fama. Enorme e pieno di tesori insostituibili provenienti da tutto il mondo, questa serie di mostre offre qualcosa per tutti.



L'edificio stesso è un'avventura storica e artistica. La costruzione delle strutture originali iniziò già nel XIII secolo, anche se l'attuale museo è nato trecento anni dopo. L'attuale Château du Louvre, che costituisce gran parte della superficie, fu iniziato nel 1546.

Oggetto di sporadiche espansioni per i successivi trecento anni, l'unica modifica di rilievo in tempi recenti è stata l'aggiunta di una piramide di cristallo grottescamente inappropriata, completata nel 1989. La piramide di cristallo costituisce l'ingresso attuale.

Il cambiamento ha avuto il vantaggio di aprire il museo a un numero elevato di visitatori in modo più confortevole. Attraverso l'ingresso e una scala mobile, il visitatore entra in un mondo di 6.000 anni di ogni stile e tipo di arte conosciuta dall'uomo.

Tra le mura del museo si trovano sarcofagi egizi, manufatti persiani e greci, dipinti medievali e rinascimentali, sculture classiche e romantiche del XIX secolo e un'infarinatura delle forme più recenti. Alcune stime parlano di 100.000 pezzi, ma in realtà nessuno può saperlo con certezza.



Il museo stesso è una collezione eclettica di stili, conseguenza delle numerose aggiunte e modifiche apportate nel corso dei secoli. Troppo grande per essere visitato in un solo giorno, il visitatore è ben consigliato di scegliere alcuni periodi o paesi preferiti e di concentrarsi su di essi. Naturalmente, la strategia migliore è quella di optare per più visite, ma questo potrebbe non essere pratico per molti.

Ci sono opere conosciute anche da chi ha poco interesse per l'arte: la Gioconda di Da Vinci, la Vittoria alata (Nike) di Samotracia, la Venere di Milo senza braccia. Ma ci sono anche opere ben note a chi ha una conoscenza almeno parziale della pittura: La libertà che guida il popolo di Delacroix, Il geografo o la merlettaia di Vermeer, La bagnante di Ingres, Marat Mort di David.

Oltre ai pezzi più riconoscibili, in mostra ce ne sono letteralmente migliaia conosciuti solo dagli esperti o dai visitatori più assidui. La maggior parte della collezione è in deposito in qualsiasi momento. Molte pareti sono coperte dal pavimento al soffitto molto alto con dipinti che vanno dalle miniature alle tele di 10 metri per 3 (33 piedi per 10 piedi).

E le pareti sono davvero tante. La superficie copre diverse migliaia di metri quadrati e ci sono una dozzina di edifici principali, tra cui il Castello e le Tulieres, che sono stati uniti da passaggi nel corso dei secoli. Le varie parti si trovano anche su diversi livelli, molti dei quali collegati solo da gradini. Preparatevi a una lunga passeggiata.

Fortunatamente, ci sono panchine sparse in giro e i gradini in molti punti sono poco frequentati e offrono diversi posti per riposare. Per fare una pausa e gustare un panino prima di proseguire, anche l'esterno offre diversi posti a sedere. Qui si può ammirare il corteo di persone che passa o i giardini di Tulieres (Jardins in francese significa giardino).

Le file per i biglietti possono essere lunghe. È meglio comprare il biglietto in anticipo o acquistare uno dei tanti pass disponibili per più siti turistici. Il museo è facilmente raggiungibile con la metropolitana. Uscire alle stazioni Palais Royal o Louvre Rivoli.


Visitare Parigi


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti