Parigi

Parigi.com

Nuovi amici per la Torre Eiffel: Tour Signal


Anche la Torre Eiffel, con i suoi milioni di visitatori, deve sentirsi sola in cima. Come ci si sente a essere una bella torre e ad avere così pochi amici?



Anni addietro si diceva: presto il paesaggio parigino porterà un nuovo amico alla Lady di Ferro. Si chiama Tour Signal e, da La Défense, guarderà la Tour Eiffel da una Parigi affollata. Purtroppo (o per fortuna) il grattacielo non è mai stato costruito, ma è curioso sapere in cosa consisteva il progetto.

Con i suoi 301 metri di altezza, sarebbe stato ancora un po' troppo basso per la Torre Eiffel, che ne misura 324.

L'architetto Jean Nouvel aveva ricevuto l'incarico di costruire un nuovo grattacielo nel quartiere della Défense (che tecnicamente non rientra nei confini di Parigi), ma che fa parte delle linee estetiche della città. I grattacieli della Defense sono visibili se ci si trova sugli Champs Elysees e si guarda oltre l'Arco di Trionfo. In lontananza, probabilmente riuscirete a scorgere La Grande Arche, uno dei grandi progetti dell'ex presidente Francois Mitterand per una "Grand Paris". In francese, "grand" può significare grande, ma anche alto.

Se riconoscete il nome di Jean Nouvel, conoscerete già alcuni dei suoi trionfi passati: ha vinto l'ambito premio Pritzer (come il Nobel o l'Oscar per gli architetti). Ha progettato non meno di tre grandi musei a Parigi, tra cui il Musee du Quai Branly, inaugurato nel 2006. La facciata luminosa dell'Istituto del Mondo Arabo è un altro esempio della sua ingegnosità. Uno dei miei preferiti è la Fondation Cartier con il suo giardino integrato.

Il nuovo progetto per l'ennesimo grattacielo di La Defense potrebbe risultare noioso se non fosse per il fatto che Nouvel sarà al timone. Il grattacielo di 301 metri e 71 piani comprenderà uffici, abitazioni, un hotel e ristoranti. La data di consegna prevista è Natale 2013. Almeno così si diceva, prima del fallimento dell'iniziativa.

Nouvel affermava: "È necessario cambiare il carattere del grattacielo". Non solo un guscio per uffici (come la Tour Montparnasse), The Signal sarebbe dovuto essere un mix di lavoro e svago. Non c'è bisogno di fare i pendolari, basta prendere l'ascensore. Almeno questo era il concetto.

Sono sempre ansioso di vedere cosa succede all'orizzonte di La Défense, semplicemente perché è così estranea alla sua vicina città di Parigi. Più precisamente, passeggiando lungo la spianata del Grande Arche si ha la sensazione di essere atterrati su Marte. La Defense è un grande parco giochi per i grandi architetti, ma non è affatto necessario fare un'escursione fino a La Defense per vedere altri gioielli architettonici ingegnosi (che però non ricevono neanche lontanamente la stessa attenzione da parte della stampa).

Uno dei miei preferiti è l'edificio del Ministero della Cultura e della Comunicazione di Francis Soler.

Ilot des Bons Enfants, Rue St. Honore 75001. A prima vista si potrebbe pensare che si tratti di un altro edificio in fase di restauro. Ma poi ci si rende conto che il traforo è qui per restare. Soler si è ispirato a un artista italiano del XV secolo per questa insolita facciata. Descritto come un "architetto prolifico, pieno di idee"; questo è anche un edificio da non perdere se state esplorando i passaggi di Parigi nello stesso arrondissement.

Se si cammina dal 1° arrondissement verso est, in direzione del quartiere Les Halles, ci si può fermare davanti al progetto fallito di ristrutturazione di Les Halles (che in origine era il mercato alimentare all'ingrosso di Parigi). Trovate una panchina (se potete) e disegnate il vostro schizzo per una nuova Les Halles.

Il Centre Pompidou, più comunemente conosciuto come la raffineria di petrolio (Enzo Piano), continua a essere una calamita per il traffico pedonale. Che si ami o si odi il Pompidou, questo è un edificio che difficilmente può essere ignorato. Costruito a metà degli anni '70, il Centre Pompidou sta iniziando a fondersi con il paesaggio parigino.

Consiglio vivamente di andare più a est, verso la Metro Bercy, per vedere l'edificio della Cinematheque Francaise di Frank Gehry, al 51 di Rue de Bercy. È un altro edificio che non sembra ricevere molta attenzione, ma quando si è allineati accanto alla Torre Eiffel, tutto il resto è solo una ciliegina sulla torta.

Le migliori spiagge nudiste della Francia


Paris Plage può essere fantastica sotto molti punti di vista - è una spiaggia artificiale gratuita, a disposizione dei parigini che non possono lasciare la città per una parte dell'estate - ma comunque non si può nuotare nella Senna e se cercate dei bagnanti in topless siete sfortunati.

Contrariamente a quanto si crede, prendere il sole e nuotare nudi o con abbigliamento facoltativo non è "esattamente" legale in Francia. Ma questo è il bello della Francia. Troverete che prendere il sole in topless è abbastanza comune in molte località balneari. Voilà l'eterno paradosso. È facile trovare anche un gran numero di spiagge e località con abbigliamento facoltativo e, ad oggi, non ho mai sentito di nessuno arrestato per aver preso il sole in topless.

Quando troverete la spiaggia perfetta per entrare in comunione con la natura, assicuratevi che la comunità locale tolleri il nudismo. In francese, l'espressione che indica lo stile di vita nudista è "naturisme". Il modo migliore per farlo è visitare alcune delle spiagge per nudisti "ufficiali" o "tollerate", come quelle elencate di seguito.



Consigli per visitare le spiagge nudiste francesi

Se decidete di esplorare le spiagge per nudisti in Francia, ricordate di lasciare in albergo la macchina fotografica, il video, il binocolo, ecc. e di rispettare lo stile di vita delle persone.

Ricordate inoltre che la nudità in luoghi pubblici può comportare una condanna a un anno di carcere o una multa di 10.000 euro. Non so se qualcuno sia mai stato denunciato per aver preso il sole nudo, ma non vorreste essere i primi!

Questi sono solo alcuni suggerimenti per una fuga al mare da Parigi. Godetevi la vostra giornata o il vostro weekend al sole e non dimenticate di portare con voi la crema abbronzante.

Le migliori spiagge nudiste della Francia

1. Vieux St. Giron: si trova nella regione delle Landes, a nord di Biarritz. Qui è possibile fare surf nudo. Le onde sono intense e non sono molto lontane dalla spiaggia di Arcachon, nota per il surf. Fate attenzione alla risacca se non siete bravi a nuotare. Ho letto in alcune recensioni che un anno l'acqua non era pulita. Quando ci siamo stati noi, l'acqua era pulita. A differenza delle spiagge del Mediterraneo, troverete dune di sabbia e un'atmosfera molto rilassata.

2. Cap d'Agde: nota in tutta Europa, Cap d'Agde è in realtà una comunità balneare di nudisti con accesso protetto. Ha una spiaggia di tre miglia e può ricevere fino a 40.000 visitatori in una stagione.

3. Berck sur Mer - Plage des Sables d'Opale: è una spiaggia per famiglie con una zona di 250 metri riservata al nuoto e all'abbronzatura facoltativa. Superate l'edificio in rovina lungo le dune.

4. Merville-franceville - Plage de la Redoute, Calvados, Normandia: la prefettura ha autorizzato l'abbronzatura nudista in una zona limitata a 250 metri.

5. Fouesnant - Plage de Kerler: autorizzata ufficialmente dal 2004, la bellezza naturale di Kerler la rende un luogo ideale per vivere momenti memorabili "en famille".

6. La Turbale - Plage de Pen Bron: il nudismo è tollerato come "clothing optional". Secondo l'associazione naturista, i "tessuti" che si riferiscono a coloro che scelgono di indossare i vestiti tendono a mescolarsi abbastanza bene con quelli che non li indossano.

7. Hossegor - Spiaggia dei nudisti: ufficialmente una spiaggia per nudisti, a partire dal viale che si affaccia sul mare, prendere Avenue Gardian. La spiaggia per nudisti inizia appena a nord del campo WF.

8. Le Grau du Rois - Plage de l'Espiguette: un'idilliaca spiaggia meridionale dall'atmosfera familiare, che presenta anche una sezione gay.

9. Corsica - Riva Bella: bellissimo paesaggio e ottime strutture.

10. Plage de Tahiti - Saint Tropez: infine, ma non per questo meno importante, va menzionata Plage de Tahiti, che non è una spiaggia per nudisti, ma è considerata una delle migliori spiagge per avvistare le celebrità in topless. Dopotutto, è qui che è iniziato tutto con Brigitte Bardot a St. Tropez, la città delle feste estive di Parigi.

Storia delle spiagge nudiste in Francia  Continua... Le migliori spiagge nudiste della Francia


Altri interessanti articoli del sito correlati:

La Défense: grattacieli e casinò all'orizzonte
Le attrazioni di Parigi che i parigini odiano
I luoghi di visita da non perdere a Parigi
Centro Pompidou a Parigi
Come salire in cima alla Torre Eiffel
Idee regalo per gli amanti di Parigi
Parigi nel giorno della festa della presa della Bastiglia
Torre Eiffel ed Esposizione Universale del 1889


Visitare Parigi


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti