Parigi

Parigi.com

Che birra bere a Parigi


Lo champagne e il vino pregiato sono meravigliosi a Parigi, se non si è camminato tutto il giorno. Quando finalmente sono arrivata all'ostello Three Ducks questo fine settimana, quello che desideravo davvero era una birra.



Curiosità: accettando un pizzico di letteratura che strizzi l'occhio alle vacanze, parte di questi termini figura nel libro di pubblico dominio Ricordi di Parigi di Edmondo De Amicis, nella seguente frase:

"Potete bere, a quindici centesimi, un bicchiere delle quattordici sorgenti d'acqua minerale della Francia, o un bicchiere d'acqua delle Termopili, nella sezione greca, o birra della Danimarca che ha fatto il giro del mondo; o se preferite i vini, vino di Champagne che si fa sotto i vostri occhi, tutti i vini della Spagna in bottigline graziose da mezza lira, che vi vende una bella ragazza di Jerez; e vini di Porto e di Madera, imbottigliati nel 1792, a cento lire la bottiglia, compresi i documenti storici «debitamente legalizzati.» E se il vino di ottantasei anni vi par troppo giovane, trovate nella sezione francese, in mezzo a una corona di sorelle nonagenarie, una bottiglia di vin del Giura del 1774, coronata di semprevive, a un prezzo da convenirsi", che potrebbe far sorridere chi gradisce la commistione di viaggi e cultura.
Maggiori dettagli e altre frasi: Frasi viaggio: sezione, mezza, vino, minerale, birra, porto.

A Parigi, a seconda del caffè o della brasserie, troverete diverse birre alla spina.

La Kronenbourg 1664 (o une seize) è una delle birre alla spina più popolari in Francia. È prodotta nella regione dell'Alsazia, a est di Parigi.

Di solito non sono una bevitrice di birra, ma essendo stata educata in modo cattolico, tendo a scegliere le birre dei monaci o delle abbazie quando scelgo di bere birra.

La Grimbergen è un po' più pesante della 1664, ma è comunque rinfrescante in una giornata estiva (la Grimbergen è prodotta nella regione belga delle Fiandre, ma è facilmente reperibile in Francia).

La Leffe è un'altra birra "dei monaci". Queste birre d'abbazia belghe risalgono al 1200, molto prima della Kronenbourg del 1664. Anche se la Rivoluzione francese ha messo un serio freno alla produzione di birra, una buona birra troverà sempre una via d'uscita.

Le birre d'abbazia vengono normalmente servite in un "bicchiere a calice" che, a quanto pare, ne esalta il sapore ricco.



Altre birre comuni che si possono incontrare: Stella Artois, Kanterbrau (prodotta anche da Kronenbourg in Alsazia), Elforth e Fischer.

Se volete una birra leggera, potete chiedere "une blonde".

Una "panache" (pronunciata panashay) è una birra mescolata con una limonata. Anch'essa molto rinfrescante per un drink estivo. Siamo nella zona delle Radler, insomma.

Se volete una birra "alla spina", chiedete "une biere sous pression".

I caffè e le brasserie vendono birre, così come molte caffetterie. È possibile acquistare birra in negozi di alimentari come Monoprix e Champion.

È possibile acquistare una confezione da sei Grimbergen per 4 euro o meno. Al bar, questo è il prezzo che pagherete per una mezza pinta.

Drink francesi natalizi squisiti: birra Noel


Le bevande alcoliche di ogni tipo adornano le tavole delle feste nelle case francesi, ma mi ha sorpreso vedere la birra Noel pubblicizzata in uno dei volantini dei supermercati parigini. La birra Noel o birra di Natale è un concetto di marketing che sembra essere sfuggito agli inserzionisti americani del Super Bowl, anche se è possibile trovare alcuni produttori americani di birra speciale che producono una birra di Natale.

In Francia, si dice che la tradizione abbia avuto origine nella regione settentrionale del Paese. Ogni anno i mastri birrai offrivano ai loro dipendenti, ai clienti speciali e ai cittadini una birra di qualità eccezionale. Questa era conosciuta anche come birra d'ottobre, risultato dei raccolti tardivi e delle temperature più fresche che consentivano al malto di maturare e maturare a un ritmo lento.

La birra di Natale si riconosce per il suo colore ambrato, le sue note fruttate e aromatiche, un ricco sapore di caramello e un livello di alcol più elevato rispetto ad altre birre. È qui che i produttori di birra lasciano libero sfogo alla loro creatività, aggiungendo talvolta cannella, coriandolo, miele o zenzero. La tradizione della birra di Natale risale all'XI secolo, se non addirittura a prima. Si trova non solo in Francia, ma anche in Belgio e ha anche forti associazioni con la mitologia danese e il solstizio d'inverno.  Continua... Drink francesi natalizi squisiti: birra Noel


Altri interessanti articoli del sito correlati:

Guida in 5 passi per i saldi di gennaio a Parigi
I mercatini di Natale più popolari di Parigi
I migliori hotel economici di Parigi
Musei popolari a Parigi
Shopping a Parigi spendendo poco
Cosa sapere su biglietti e pass ferroviari a Parigi
Vacanza lavoro: au pair a Parigi
Visita al quartiere di Saint-Germain-des-Prés


Visitare Parigi


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti