Parigi

Parigi.com

L'eccentrica automobile Citroen 2CV


A prima vista, la Citroen 2CV (deux chevaux, ossia due cavalli) può sembrare inconsistente, o addirittura strana, ma non è così. Queste automobili sono state progettate 75 anni fa per essere pratiche. In origine, l'obiettivo era quello di poter trasportare una dozzina di uova su campi accidentati senza rompere un solo uovo.



Quando i conducenti della 2CV attraversarono i primi campi, continuarono ad andare avanti, superando montagne e deserti. Nel 1958, due studenti francesi, Jean-Claude Baudot e Jacques Seguiela, fecero il giro del mondo con la loro 2CV. Percorsero più di 100.000 chilometri. Rari filmati catturano immagini della 2CV in Vietnam e una 2CV raggiunse il Tibet più o meno nello stesso periodo in cui il Dalai Lama stava lasciando il Tibet per l'India.

Altri viaggiatori avventurosi della 2CV furono Jacques Cornet e Henri Lochon, che tra il 1953 e il 1954 percorsero oltre 52.000 km attraversando il Nord e il Sud America, l'Africa, la Spagna e la Francia.

Nel 1970, Citroen decise di sponsorizzare un rally Parigi-Kaboul (Afghanistan). Volevano rivolgersi agli studenti di tutta la Francia e la risposta fu enorme. Ricordiamo che Parigi si era appena ripresa dalle manifestazioni studentesche del 1968. Gli hippy e il flower power erano in piena fioritura. Ovunque, i giovani erano in movimento, diretti a est dall'Europa all'India e al Nord Africa. Centinaia di conducenti di 2CV si registrarono per il viaggio. A quelli selezionati (494 auto in totale) fu chiesto di scattare delle foto lungo il percorso.

Il rally fu un tale successo che l'anno successivo fu organizzato un altro rally africano (Parigi/Persepoli). Il rally prevedeva l'attraversamento del deserto del Sahara.

2CV - Flower Power



Come il Maggiolino VW, anche la 2CV era una dichiarazione politica, stravagante e contraria allo status quo. Sebbene le 2CV si vedano molto più raramente per le strade di Parigi, le piccole auto sono ancora molto apprezzate dai parigini che sanno che un'auto piccola affronta le strade della città - e i rari parcheggi - molto più facilmente dei veicoli di lusso più grandi.

Per celebrare, ad esempio, il 60° anniversario della sua creazione, l'esposizione della 2CV alla Cite des Sciences è durato fino alla fine di novembre.

La 2CV incontra la Cactus

La concept car ibrida di Citroen, la C Cactus, è apparsa anni fa al Salone dell'auto di Frankfort. La C-Cactus si distingue dalle altre ibride per il fatto che funziona a gasolio ed elettricità. È anche un'auto semplificata, con solo 200 componenti. Si tratta di circa la metà dei componenti di una tipica auto di fascia media.

Non so se la C-Cactus sarebbe l'auto che sceglierei per attraversare il Sahara, ma per lo meno è un passo nella giusta direzione. Possiamo davvero aspettarci che i produttori europei introducano l'auto elettrica per tutti i terreni, che abolirà davvero la necessità di benzina o diesel? Chi sarà il coraggioso innovatore che ci libererà dalla dipendenza dal petrolio? Forse il Salone dell'auto di Parigi di ottobre svelerà alcune delle risposte dell'industria ai prezzi elevati del carburante.

Cité des Sciences et de l'Industrie - 30, avenue Corentin-Cariou - 75019 Parigi.
Chiuso il lunedì e il 14 luglio (Festa della Bastiglia) e il 15 agosto (festa dell'Assunzione).
Orario 10.00-17.00 da martedì a sabato, 10.00-19.00 la domenica.
Metro: Porte de la Villette.
Linea n. 7.

Altri articoli del sito correlati, in special modo della sezione Visitare Parigi:

Île-de-France
Alsazia
RER B
Roma-Parigi
Andare a Parigi in auto


Visitare Parigi


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti