Parigi

Parigi.com

Grandi ostelli nella Parigi medievale


Se il vostro istinto vi dice che gli ostelli sono destinati a trovarsi nei quartieri più squallidi di Parigi, lontano dalle attrazioni turistiche, sono felice di dirvi che alcuni degli ostelli della gioventù più piacevoli di Parigi si trovano proprio nel cuore del centro medievale di Parigi.



Ostelli della gioventù MIJE

La MIJE o La Maison Internationale de Jeunesse et Etudiants è stata creata nel 1958 per offrire un alloggio economico in città a gruppi di studenti e singoli. Le sue tre sedi nel quartiere Marais (riva destra) sono ospitate in case aristocratiche del XVII secolo:

Hotel Fourcy - 6 Rue de Fourcy;
Hotel Fauconnier - 11 Rue du Fauconnier;
Hotel Maubuisson - 12 Rue des Barres.

Prezzi

A partire da 29 euro a persona per un dormitorio (da 4 a 10 persone), 30 euro a persona per una camera tripla fino a 47 euro a persona per una singola e 68 euro a camera per una doppia, le tariffe includono la colazione. In loco è presente anche un ristorante (solo nel sito dell'Hotel Fourcy) per pranzi e cene a prezzi ragionevoli.

Ad eccezione del mese di agosto, non è possibile prenotare le camere con più di 45 giorni di anticipo. Le camere per il mese di agosto possono essere prenotate con sei mesi di anticipo.

Opinione

Ho fatto un salto all'indirizzo di Maubuisson: l'“hotel particulier” o casa di città al 12 di Rue des Barres, Metro: Hotel de Ville. Non si potrebbe chiedere una posizione migliore. Nascosto dietro l'Eglise St. Gervais, una delle chiese più antiche di Parigi (St. Germain-des-Prés, sulla Rive Gauche, è spesso considerata la più antica), da qui si possono facilmente raggiungere a piedi le zone più trendy del Marais, come Place des Vosges e Rue de Rosiers, o attraversare il Centre Pompidou. L'adiacente Rue Francois Miron era un tempo un'importante arteria romana ovest-est che collegava Parigi a Sens.

L'Hotel Maubuisson si trova a pochi passi dalla Senna. Prendete i ponti Louis Philippe o Pont Marie se volete passeggiare sull'Ile de la Cite e sull'Ile St. Louis per visitare Notre Dame de Paris.

C'è solo un aspetto negativo negli ostelli MIJE. Non si può rimanere qui per sempre. C'è un limite massimo di 7 giorni consecutivi di permanenza.

Se siete decisi a soggiornare nel quartiere studentesco di Parigi, il Quartiere Latino, o in alcuni degli ostelli più popolari tra i backpacker, considerate altri annunci di ostelli e hotel economici negli altri arrondissement di Parigi.



Salutare l'estate a Parigi con nostalgia


Paris Plage, la spiaggia parigina, è chiusa. La ruota panoramica dei Giardini delle Tuileries (La Grande Roue) rimarrà chiusa fino alla prossima estate. C'è già una nota frizzante di autunno nell'aria (ma spero in un'estate indiana a settembre e ottobre dopo il nuvoloso agosto).

In nostri due amici ci hanno raggiunto per un caffè al Bistro de La Tour, al 4 di Rue e la Arrivee (che si trova sul lato opposto di Tour Montparnasse rispetto al nostro chiosco di panini greci preferito).

La Normandia ha un aspetto così triste. Le case di campagna sono tutte chiuse.

Ricordi d'estate. Un tavolo da picnic vuoto che era stato recentemente riempito di piatti deliziosi: piatti di foie gras de canard, meloni dolci, albicocche fresche e ciotole piene di ciliegie rosso sangue, un vellutato bordeaux Savigny, cozze fresche di Barfleur, tutti questi deliziosi sapori serviti in un turbinio di chiacchiere amichevoli.

L'estate passa così in fretta in questa parte del mondo che dovrete perdonare un po' di nostalgia: ecco quindi alcuni dei topic preferiti raccolti nel periodo primavera-estate.

Parola preferita

"Bling-bling". In primavera gli hairstylist di Parigi mormoravano: "Ma cos'è il bling-bling?" (da quando il presidente francese Nicolas Sarkozy è stato perseguitato dalla descrizione di "bling-bling"). Naturalmente il "bling-bling" non è una novità in California e a New York, ma ora con l'euro che sovrasta il dollaro, i "bling-blings" vengono esportati più velocemente di quanto si possa dire "bling-bling".

Immagini preferite

Immagini degli artisti Norman, Gerard Daric, Nicole Camillieri, Mijo De Meuron ed Eric Lodehac a St. George de Vievre.
Le mucche di St. Aubin.
Lucy, il fox terrier.
I sandali Prada di Davine.

Gusti preferiti

Cozze di Barfleur.
Il "rouget" marinato del pescivendolo Cormeille.
Torta di mele di Jeanne.
Maiale avvolto in pasta sfoglia di Huguette.
Crostata di cipolle di Lydie.

Suoni preferiti  Continua... Salutare l'estate a Parigi con nostalgia


Altri interessanti articoli del sito correlati:

Ostelli a Parigi per primavera e estate
Hotel economici a Parigi nel Marais
Hotel economici a Parigi vicino al Louvre
9 hotel romantici a Parigi
Catene di hotel francesi economici
Il perfetto hotel di Parigi
I migliori hotel economici di Parigi
Louvre, museo simbolo di Parigi


Visitare Parigi


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti