Parigi

Parigi.com

Cimitero monumentale di Pere Lachaise per famosi e non


Sarò la prima ad ammettere che durante la mia prima visita a Parigi, dopo le cose più importanti come la Torre Eiffel e il Museo del Louvre, una delle cose che più desideravo vedere era il cimitero di Père Lachaise. Infatti, i miei cugini francesi erano così divertiti dal mio fascino per il cimitero (non ne capivano il senso) che hanno trovato un vecchio libro che ne parlava e me lo hanno regalato. Ancora non leggo il francese, quindi non ho idea di quali gemme siano contenute in quel libro, ma lo conservo ancora, insieme a un amore duraturo per il Père Lachaise.



Ora, ammetto che la prima volta che ho visitato il Père Lachaise (sì, ci sono stato più volte) è stato principalmente per visitare la tomba dell'ex cantante dei Doors Jim Morrison. Non sono, né sono mai stata, una fan sfegatata dei Doors, ma la tomba di Morrison è famosa almeno quanto lo è stato l'uomo, quindi dovevo vederla di persona. Non immaginavo certo quante altre tombe famose avrei visto lì.

Curiosità: accettando un pizzico di letteratura che strizzi l'occhio alle vacanze, parte di questi termini figura nel libro di pubblico dominio Storia di un'anima, nella seguente frase:

"Oh che darebbero i loro genitori per farli rivivere? E come tutto diventa santo dopo la nostra morte!—E i miei desideri, che sono santissimi ora, diverrebbero una religione di memorie sulla mia tomba", che potrebbe far sorridere chi gradisce la commistione di viaggi e cultura.


Alcune delle tombe più famose di Parigi si trovano a Pere Lachaise, ma ci sono anche altri cimiteri dove si possono trovare celebrità!

Père Lachaise non è solo il più grande cimitero di Parigi, ma è anche uno dei cimiteri più conosciuti al mondo. Certamente questo è dovuto in parte alla tomba di Morrison, ma il cimitero è quasi letteralmente pieno di così tanti nomi famosi che anche chi non avesse idea di chi fosse Jim Morrison troverebbe qualcuno da cui essere colpito.

La cosa divertente è che quando il cimitero fu originariamente costruito, nel 1804, era considerato troppo lontano dalla città, quindi poche persone scelsero di riposare lì. Solo verso il 1820 gli amministratori del cimitero ebbero la brillante idea di trasferire alcune salme famose al Père Lachaise e non passò molto tempo prima che la gente comune volesse essere sepolta nello stesso cimitero dei notabili. Anche da morti, volevano far parte della folla.

L'elenco dei nomi famosi sepolti al Père Lachaise è quasi esageratamente lungo e il cimitero stesso è così labirintico che non avrei dovuto sorprendermi di trovare all'ingresso un venditore di mappe del cimitero del Père Lachaise. Ma ne ho comprata una e sono molto contenta di averlo fatto: era ottimamente strutturata e ben segnalata, e non ho avuto problemi a trovare tutte le tombe e i monumenti funebri che volevo.

Purtroppo, sebbene la tomba di Morrison sia certamente una delle più visitate del cimitero, le persone che tendono ad affollarla non sono sempre le più coscienziose. Quando l'ho vista per la prima volta, tutte le tombe che circondano quella di Morrison erano coperte da graffiti di diversi anni, e anche lontano dalla sua tomba si poteva trovare la parola "JIM" dipinta su muri a caso con frecce che puntavano in direzione del suo luogo di sepoltura.



Come si può immaginare, questo non piace alle famiglie delle persone le cui tombe sono state deturpate, così gli amministratori del Père Lachaise hanno lavorato negli anni per rimuovere i graffiti e scoraggiarne altri. Uno dei modi per farlo è quello di aumentare la sicurezza nel cimitero e ho persino sentito dire che hanno assunto una guardia a tempo pieno per la tomba di Morrison. Mi sembra un po' difficile da credere, ma probabilmente è l'unica cosa che potrebbe davvero fermare gli atti di vandalismo.

D'altra parte, una volta ho anche visto qualcuno versare un'intera lattina di birra sulla tomba di Morrison e non ho potuto fare a meno di pensare: "Scommetto che a Jim sarebbe piaciuto molto questo gesto".

Alcune delle persone sepolte al Père Lachaise sono:

Honore de Balzac - romanziere francese del XIX secolo;
Sarah Bernhardt - attrice francese;
Georges Bizet - compositore e direttore d'orchestra francese;
Frederic Chopin - compositore polacco (il suo cuore è sepolto in Polonia);
Jacques-Louis David - pittore francese (il suo cuore è sepolto qui, ma il resto del corpo no: fu esiliato come rivoluzionario e il suo corpo non poté rientrare nel Paese);
Eugene Delacroix - pittore francese;
Isadora Duncan - ballerina americana;
Theodore Gericault - pittore francese;
Marcel Marceau - mimo francese;
Amadeo Modigliani - pittore e scultore italiano;
Moliere - drammaturgo francese del XVII secolo;
Jim Morrison - cantante americano dei Doors;
Edith Piaf - cantante francese;
Marcel Proust - scrittore francese;
Georges-Pierre Seurat - pittore francese;
Gertrude Stein - scrittrice americana;
Alice B. Toklas - scrittrice americana e compagna della Stein;
Oscar Wilde - romanziere e poeta irlandese;
Richard Wright - scrittore americano.

Si prova una sensazione di profondo rispetto per il luogo, anche considerando che le persone non famose hanno pure delle tombe piuttosto belle.

Ubicazione: 16 Rue du Repos nel 20° arrondissement, su una collina che domina la città.
Come arrivare: fortunatamente, anche se si trova un po' fuori dal centro della città, ci sono tre fermate della metropolitana di Parigi che possono essere utilizzate per raggiungere il cimitero. Quella denominata Père Lachaise si trova sulle linee 2 e 3 della metropolitana ed è vicina a un ingresso laterale del cimitero. Quella chiamata Philippe Auguste è sulla linea 2 ed è la più vicina all'ingresso principale del cimitero. Quello chiamato Gambetta è sulla linea 3 ed è più vicino alla tomba di Oscar Wilde e ai punti più alti del cimitero.
Orari: dal 6 novembre al 15 marzo: dal lunedì al venerdì, dalle 8.00 alle 17.30; sabato, dalle 8.30 alle 17.30; domenica e festivi, dalle 9.00 alle 17.30.
Dal 16 marzo al 5 novembre: dal lunedì al venerdì, dalle 8:00 alle 18:00; sabato, dalle 8:30 alle 18:00; domenica e festivi, dalle 9:00 alle 18:00.
I cancelli chiudono ai nuovi visitatori 15 minuti prima dell'orario di chiusura di ogni giorno.
Ingresso: Gratuito.

Buono a sapersi: prima di entrare, cercate qualcuno che venda una mappa del Père Lachaise e acquistatela. Non sono in vendita presso le casette di guardia all'ingresso del cimitero, ma la maggior parte dei fiorai e delle edicole della zona le avranno. Una volta entrati nel cimitero, sarete contenti di aver cercato una mappa; inoltre, il cimitero è gratuito, quindi potete permettervi qualche euro per la mappa!

Inoltre, prima di entrare, svuotate la vescica. Sì, ci sono dei bagni in alcuni punti all'interno del cimitero, ma secondo la mia esperienza non sono posti in cui le signore vogliono entrare, e sembra che non abbiano mai la carta igienica. Basta andarci prima di entrare, tutto qui.

Ulteriori informazioni: Esiste un fantastico "tour virtuale" interattivo del Père Lachaise con cui vale la pena di giocare. I segni più indicano la posizione delle tombe famose e si può effettuare una ricerca per nome o anche solo per la prima lettera del cognome.

Altri articoli del sito correlati, in special modo della sezione Visitare Parigi:

14 personaggi famosi sepolti a Parigi
I siti preistorici più affascinanti della Francia
Pantheon
Arrondissement 7: Tour Eiffel, Invalides
I luoghi di visita da non perdere a Parigi


Visitare Parigi


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti