Parigi

Parigi.com

12 fortificazioni di Vauban patrimonio dell'umanità Unesco


I siti del Patrimonio Mondiale dell'Umanità evocano normalmente immagini di bellezze naturali sbalorditive o di opere architettoniche come il Taj Mahal e le piramidi egiziane realizzate da migliaia di mani anonime; tuttavia, di tanto in tanto, l'eccellenza personale ottiene un riconoscimento.



Sicuramente Sebastien Le Prestre, Seigneur de Vauban, maresciallo di Francia del re Luigi XIV, brillante tattico e ingegnere militare reale, è un nome riconosciuto da molti che hanno visitato la costa settentrionale francese. Le sue fortificazioni sono facilmente riconoscibili una volta che ci si è resi conto delle sue formazioni a stella. È possibile vedere lo stesso schema a stella anche nella cittadella di Quebec City, la cui disposizione è stata approvata da Vauban.

Uno dei motivi per cui Vauban era considerato l'uomo migliore per ricostruire le fortificazioni di quasi 300 città in tutta la Francia era la sua altrettanto notevole capacità di sfondare le difese di una città. Ebbe numerose occasioni (56 assedi) per dimostrare il suo valore in battaglie in cui le sue strategie di attacco ebbero buoni risultati.

Così come cercava i punti più deboli delle fortificazioni di una città quando attaccava, allo stesso modo ottimizzava ogni dispositivo di difesa per creare un punto di osservazione che "non avesse angoli morti". Spesso utilizzava la topografia naturale della costa come parte dei suoi piani di fortificazione.

Uno dei miei luoghi preferiti per ammirare l'abilità ingegneristica di Vauban è la costa del porto di pescatori normanno di St. Grazie agli amici France e Toby Fleming, che ci hanno fatto conoscere St. Vaast, ci siamo tornati molte volte. Questa città è famosa non solo per le gustose ostriche, ma anche per la grande battaglia navale del 1692, la Battaglia di Barfleur e La Hougue, e per le rimanenti fortificazioni di Vauban, che oggi costituiscono una splendida passeggiata sul mare. È anche una delle 12 località scelte per essere riconosciute dall'Unesco come parte del patrimonio mondiale in onore di Vauban.

Curiosità: accettando un pizzico di letteratura che strizzi l'occhio alle vacanze, parte di questi termini figura nel libro di pubblico dominio Marocco, nella seguente frase:

"La città non ha dentro altro di notevole che una piazza di mercato circondata da piccoli portici sorretti da colonnine di pietra; ma vista dal porto, tutta bianca sul verde cupo della collina, stretta in una cerchia di alte mura merlate d’un fosco color calcare, riflessa dalle acque azzurre del fiume, sotto quel cielo limpido, presenta un aspetto grazioso, e malgrado la vivezza dei colori, quasi malinconico, come se facesse pietà il veder quella gentile città così sola e silenziosa su quella costa barbaresca, dinanzi a quel porto deserto, in faccia a quel mare immenso", che potrebbe far sorridere chi gradisce la commistione di viaggi e cultura.




Considerata da molti il capolavoro di Vauban, la Cittadella di Lilla è un ottimo esempio della sua formazione a stella, soprattutto se vista da una foto aerea. Anche se non abbiamo ancora visitato la Cittadella, tutti gli appassionati di Vauban vorranno includere una tappa a Lille nel loro tour. È comodo poter raggiungere Lille con l'Eurostar!

Un'altra divertente città di mare a un solo viaggio in treno da Parigi, Rochefort, ospita anche la ricostruzione della "Hermione", la nave che Lafayette equipaggiò per partecipare alla Guerra d'Indipendenza degli Stati Uniti o Rivoluzione Americana. Rochefort era una città-ospedale militare e si possono cogliere rapidamente le linee geometriche e severe delle classiche costruzioni militari.

Vauban era molto più di un ingegnere militare e di un ufficiale. Aveva molte idee (come Thomas Jefferson) su una miriade di argomenti. Uno dei suoi concetti più insoliti fu quello di suggerire al re di rinunciare a qualche territorio per consolidare le fortificazioni della Francia. Sebbene questo consiglio fosse poco ortodosso per l'epoca, la vera rovina di Vauban fu il suggerimento a Luigi XIV di istituire una "flat tax".

Vauban ebbe l'audacia di suggerire che anche gli aristocratici avrebbero potuto pagare una tassa. Questa brillante idea finì per farlo bandire da Versailles e morì nel giro di un anno.

La scelta dell'Unesco di classificare Vauban come Patrimonio dell'Umanità è un onore atteso e meritato. Sebbene i resti di Vauban siano stati dispersi durante la rivoluzione francese, il suo cuore è stato recuperato (ed è attualmente inumato nella chiesa di Les Invalides).

Anche se non avete il tempo di fare una gita di un fine settimana a St. Vaast-la-Hougue (a circa tre ore di auto a ovest di Parigi), potete trovare alcuni dei progetti e dei modelli di fortificazione originali di Vauban al Museo delle mappe in rilievo situato a Les Invalides (accanto al Museo militare e alla tomba di Napoleone).

Al riguardo, vi è stata una mostra, "Guerra d'assedio", comprendente mappe in rilievo dell'epoca di Luigi XIV.

Museo dei Piani Rilievi
Invalides - metro: Invalides o Varenne.
La Guerre de Siege.
Musee des Plans Reliefs.

Altri articoli del sito correlati, in special modo della sezione Visitare Parigi:

10 cose da fare gratis a Parigi
Besancon
Jardin des Tuileries
Blois
Lille


Visitare Parigi


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti