Parigi

Parigi.com

Visitare il cimitero di Montparnasse


"Il punto è che non c'è alcun senso (della vita)".



Così recita una delle iscrizioni tombali del Cimitero di Montparnasse, dove sto passeggiando in questa calda giornata parigina di febbraio. Anche se il Cimitero di Pere Lachaise è forse più conosciuto per la sua lista di tombe di celebrità a Parigi (da Jim Morrison dei Doors a Edith Piaf, la cantante francese recentemente tornata in auge grazie a "La Vie en Rose"), il Cimitero di Montparnasse ha la sua ampia parte di celebrità schiacciate in uno spazio nel bel mezzo del 14° arrondissement.

Mi piace questo cimitero per molte ragioni. L'ex proprietaria del nostro appartamento, Mme de Preneuf, era solita portare qui i suoi figli a passeggiare (il cimitero è molto vicino al nostro condominio). Forse perché oggi ho ricevuto una lettera per lei, mi è venuta l'idea di andare in un luogo che le piaceva visitare. Purtroppo, questa donna vivace ed energica, madre di quattro figli (di cui uno appena nato al momento della sua morte) non ha raggiunto i 50 anni. È stata colpita dal cancro. Sembra sempre terribilmente ingiusto quando un uomo o una donna in ottime condizioni, circondati da bambini piccoli - che hanno un disperato bisogno di loro per i primi anni di vita - cadono sotto la falce della mietitrice. Ma, come diceva sempre papà, "chi ha mai detto che la vita è giusta?".

Così, sto camminando lungo uno dei vicoli del cimitero di Montparnasse, sotto un albero abitato da corvi. Uno gracchia il suo avvertimento mentre mi avvicino - e incrocio le dita: "Non è per me - questo corvo".

Su una pietra particolarmente muschiata, un piccolo cartello segnala che questa "concessione in perpetuo" è in palio. A meno che la vostra lapide non sia stata dichiarata monumento storico dalla città di Parigi, è meglio che vi assicuriate di lasciare qualcuno che si prenda cura della vostra ultima dimora. Come qualsiasi altra proprietà immobiliare a Parigi, se non continuate a pagare per essa, la perdete.

Ecco perché il 13 febbraio 2008, davanti al cancello del cimitero, è stato affisso un lungo elenco di nomi e di "concessioni perpetue". Se nessuno si presenta per pagare e mantenere queste tombe, vengono rivendute. Ma non preoccupatevi, le celebrità sepolte al Cimitero di Montparnasse hanno nomi ricercati sia in morte che in vita. In altre parole, non c'è da preoccuparsi se le tombe dei personaggi famosi sepolti a Montparnasse saranno rivendute.

Alcuni dei personaggi famosi francesi sepolti a Montparnasse sono:

Simone de Beauvoir;
Jean Paul Sartre;
Baudelaire;
Soutine;
Ionesco;
Guy de Maupassant;
Bartholdi (scultore della Statua della Libertà);
Brancusi;
Marguerite Duras;
Man Ray;
Zadkine;
Saint-Saens;
Jean Seberg;
Jean Pierre Rampal.



Montparnasse è il cimitero di poeti, artisti, musicisti, filosofi, matematici, storici e altri luminari, tra cui Henri Langlois e la sua compagna Mary Meerson. Di solito mi fermo a salutare la lapide di Langlois, disegnata a forma di Palais du Chaillot. Anche se la Cineteca è stata trasferita nella sua nuova sede vicino al Bercy Village, Chaillot e la Cineteca conservano il loro curioso legame sotto forma di lapide.

Altri residenti di questo cimitero hanno il vantaggio di essere stati commemorati da scultori di talento, tra cui una madame del XIX secolo che sembra pronta ad alzarsi dal podio e ad accompagnarvi al cancello d'ingresso.

Ho seguito anche il consiglio di un altro scultore le cui parole cesellate erano:
"Il mio lavoro è la mia preghiera".
Qualcosa su cui riflettere.

Visita al cimitero di Montparnasse

Posizione: Il Cimitero di Montparnasse si trova al numero 3 di Boulevard Edgar Quinet.
Come arrivarci: Fermata della metropolitana: Edgar Quinet (è la fermata più vicina, ma c'è anche un ingresso a pochi passi dalla fermata Gaite).
Orari di apertura: Lunedì-venerdì, 8.00-17.30 (inverno) e 8.00-18.00 (estate); sabato, 8.30-17.30; domenica e festivi, 9.00-17.30.
Ingresso: Gratuito per i visitatori.

Se decidete di visitare il cimitero di Montparnasse, potete chiedere all'ingresso "un plan" che elenca i nomi di molte tombe famose. Sebbene Montparnasse non sia grande come Pere Lachaise, alcune statue emanano un'aura di calma ottocentesca in netto contrasto con l'incombente Tour Montparnasse che non smette mai di far sentire la sua presenza.

Non perdete il vecchio mulino a vento al centro del cimitero. Non ha più i suoi "bracci", quindi sembra più una torre che un mulino a vento, ma rimane a ricordare che un tempo Montparnasse non era altro che un villaggio di campagna situato alla periferia di Parigi vera e propria, dove artisti affamati guadagnavano il denaro necessario per comprare i colori o il materiale da scultura intagliando lapidi. Le cave vicine fornivano loro un'ampia quantità di pietra.

Prendete le cose semplici che trovate nella vita e trasformatele in un'opera di bellezza grazie alla forza dell'immaginazione.

Di tanto in tanto, soffermatevi a ricordare tutti coloro che sono passati per Parigi prima di voi, anche quelli con le tombe coperte di muschio.


Visitare Parigi


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti