Parigi

Parigi.com

Negozi vintage in conto vendita e boutique di Parigi


Quando sono andata a Parigi, all'inizio degli anni Novanta, il concetto di "consignment" non era ancora decollato. In effetti, ci sono volute alcune domande insistenti per scoprire la traduzione francese di "consignment", che è "depot-vente". Dopo aver aggrottato la fronte e alzato le spalle, un amico ha detto: "Ahhh! Forse stai parlando di un 'depot-vente' o di un 'deposito di vendita'. Sì, come Home Depot, ma per i vestiti dell'ultima stagione.



Les depot-vente esistevano a Parigi, anche negli anni Novanta, ma a parte i baluardi come Reciproque, la consegna era più spesso associata ai mobili antichi che all'abbigliamento. Alcune donne possono aver menzionato la consegna dell'impermeabile Burberry di una vecchia zia, ma nessuna ha mai ammesso di aver effettivamente acquistato qualcosa in conto vendita. Forse, nella mente dei parigini rimane ancora una sfumatura di pacchianeria nei confronti di questo particolare sport. Tuttavia, al giorno d'oggi i "troc party" privati negli appartamenti parigini vengono notati dalle migliori riviste di moda. La parola inglese "vintage" è entrata nelle conversazioni parigine di tutti i giorni. A seconda del punto di vista, vintage può essere solo l'abbigliamento dagli anni Settanta in poi, ma anche lo stile anni Ottanta ha i suoi seguaci. Lo shopping in conto vendita non è proprio la stessa cosa (e per questo motivo è più impegnativo: trovare capi di recupero recenti, che potrebbero essere arrivati prima della curva della moda).

Non posso fare grandi complimenti per la maggior parte dei negozi in conto vendita di Parigi. Reciproque è uno dei miei preferiti. È enorme per gli standard delle boutique parigine: trabocca di Chanel dismessi e di marchi famosi che hanno indugiato troppo a lungo negli armadi. Questo non vuol dire che non troverete il vostro "bonheur" o "felicità", come i commessi chiamano la ricerca della "cosa giusta", ma non vorrei fare scommesse.

Le persone che sono esperte di acquisti in conto vendita capiscono che la ricerca non è semplicemente quella di un "abito firmato a un ottimo prezzo". Deve essere un tesoro, a un prezzo quasi nullo.

Curiosità: accettando un pizzico di letteratura che strizzi l'occhio alle vacanze, parte di questi termini figura nel libro di pubblico dominio La famiglia dell'antiquario, nella seguente frase:

"ANSELMO Che! sono stati cattivi ventimila scudi? ISABELLA Per il vilissimo prezzo di ventimila scudi avete sagrificato il tesoro della Nobiltà", che potrebbe far sorridere chi gradisce la commistione di viaggi e cultura.


A Parigi, anche nei negozi di articoli in conto vendita, i prezzi sono quasi il doppio di quelli che si potrebbero pagare in Italia. Se siete alla ricerca di prezzi stracciati, la cosa migliore è frequentare il mercato delle pulci della domenica mattina di Porte de Vanves, che è ancora uno dei mercati meno commercializzati dell'area metropolitana parigina. Questo non significa che sia impossibile imbattersi in tesori, come la blusa di seta Bordeaux di Ines de Fressange che ho scovato nel negozio di articoli in conto vendita di Rue de Buci, ma dovrete comunque pagare un po' di più di quanto avete preventivato.

Lo shopping in conto vendita è un'avventura e il proprietario di un negozio in conto vendita deve essere la guida e il complice del cercatore di tesori, o almeno uno spettatore che fa il tifo per lui. Purtroppo, i negozianti parigini (per la maggior parte) non hanno ancora colto l'aspetto del "divertimento femminile". Forse la recente ondata di feste private "troc" (la parola per scambio in francese è "troc") sveglierà i negozianti parigini dal loro sonno apatico.

Nei negozi vintage, che di solito propongono abiti dagli anni '70 in poi, potreste sicuramente trovarvi a contatto con i ricchi e i famosi. Inutile dire che i prezzi salgono quando si è in così buona compagnia. Se avete un'epoca preferita e decidete che il vostro guardaroba non è completo senza almeno un abito anni '30 dal taglio sbieco, Parigi è la città che fa per voi. Per questo tipo di escursione mirata, vi suggerisco di consultare il libro di Sara de Haro "Paris Vintage". La de Haro elenca una serie di negozi di abbigliamento vintage a Parigi, ma anche l'ubicazione degli stand vintage al mercato delle pulci di St. Ouen. Se avete già visitato il mercato delle pulci di St. Ouen, nella periferia nord di Parigi, saprete che avere indirizzi precisi è assolutamente necessario.

Paris Vintage fa parte di una serie di guide di Parigi intitolate "Paris Est a Nous" edite da Parigramme. Ho preso la mia copia alla libreria FNAC per soli 6 euro. Vi è anche un altro libro di questa collana per trovare ristoranti parigini davvero economici: "Les Meilleurs Restos a Petits Prix". Non appena arrivate a Parigi, andate alla libreria FNAC prima di iniziare a fare shopping.

La serie di libri Parigramme tratta praticamente tutti gli argomenti immaginabili su Parigi, dal cioccolato parigino ai migliori posti per baciare a Parigi. Fortunatamente il libro Paris Vintage è scritto in francese e in inglese, quindi dovrebbe essere comprensibile anche da un italiano. Quelle bonne idee!

Nel frattempo, ecco i miei suggerimenti per due negozi di articoli in conto vendita che raccomando, più altri che potrebbero trovarsi nel vostro quartiere:

Maison de Fan Fan

4 Rue Mayet (stesso lato della strada di Tea e Tattered Pages, ma Fan-Fan si trova all'estremità opposta dell'isolato).
Metro: Duroc.
Tel: 01 40 56 90 58.
Chiuso la domenica e il lunedì.



I proprietari di Fan-Fan sono i più gentili e accoglienti proprietari di negozi di abbigliamento che abbia mai incontrato a Parigi. Questo negozio si rivolge principalmente a clienti asiatici, quindi potreste avere difficoltà a trovare abiti di taglie più grandi, ma ha anche molte borse, cinture e scarpe firmate.
Chiuso la domenica e il lunedì.

Depot Vente de Buci-Bourbon

6 rue le Bourbon-le-Chateau.
Metro: St. Germain-des-Pres.
Qui ho trovato la mia camicetta di seta di Ines de Fressange e un paio di sandali Bally in pelle nera.

Priscilla

4 rue Mouton Duvernet 75014 Parigi.
Tel.01 45 39 30 03.

Le Depot Vente de Passy

14 Rue de la Tour, 16eme arrond.
Tel: 01 45 20 95 21.
Metro: Trocadero.

In elenco in Paris Vintage:

Chez Juliette

31 Rue Delambre.
Metro Vavin.
Chiuso il lunedì.

In parte vintage, in parte in conto vendita, qui potreste scovare uno o due tesori. Io non ho ancora trovato il mio "bonheur".

Odetta

76 rue des Tournelles 3eme arrond.
Metro: Chemin-Vert.
Chiuso il lunedì.
Martedì-sabato dalle 12.00 alle 19.30.
Domenica pomeriggio dalle 15.00 alle 19.30.
Situato in Place des Vosges, nel quartiere del Marais, questo è uno dei pochi negozi di articoli in saldo (al limite del vintage) aperti la domenica!

Reciproque

88, 89, 92, 95, & 101.
Rue de la Pompe.
Metro: Rue de la Pompe.
È il più grande! Che altro posso dire?
Ho comprato diversi oggetti qui, ma solo un articolo che considererei davvero un buon "ritrovamento". Questo è probabilmente il negozio di articoli in conto vendita più conosciuto della città, ma non è necessariamente rappresentativo del meglio che Parigi ha da offrire. Se avete più di un giorno di shopping a Parigi, vi suggerisco di esplorare alcune delle boutique più piccole.

Altri articoli del sito correlati, in special modo della sezione Visitare Parigi:

Shopping a Parigi spendendo poco
Negozi di abbigliamento economici a Parigi
Shopping a Cluj
Shopping di souvenir a Parigi, una questione di ricordi
Hotel Arc de Triomphe


Visitare Parigi


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti