Parigi

Parigi.com

Sacro Cuore, Parigi


Il sito del Sacro Cuore è stato a lungo un'attrazione per figure e gruppi religiosi. Pur essendo dedicato alla pace e alla fratellanza, l'edificio deve la sua nascita in questo luogo alle disgrazie della guerra e della violenza.



Nel III secolo, il primo vescovo di Parigi, San Denis, fu decapitato qui. Un'abbazia benedettina occupava l'intera collina fino a quando i rivoltosi della Rivoluzione francese la bruciarono.

Durante la guerra di Prussia del 1870, i due uomini d'affari cattolici che hanno avviato il progetto del Sacro Cuore volevano costruire un'offerta nel caso in cui la Francia fosse sopravvissuta al conflitto.

La costruzione fu approvata e il sito scelto nel 1872 dall'allora arcivescovo di Parigi, il cardinale Guibert. Finanziati prevalentemente da modeste donazioni, i lavori iniziarono nel 1875 e terminarono nel 1914. A causa dello scoppio della prima guerra mondiale, la consacrazione fu ritardata al 1919.

Nonostante le sue origini tardo-ottocentesche, l'architettura ha uno stile molto più antico. Un misto di romanico e bizantino, le cupole bianche in stile orientale ospitano una campana di 19 tonnellate (Savoia) e rilievi elaborati. Nota: "orientale" non significa "asiatico". L'architettura del Medio Oriente è comunemente conosciuta come "orientale".

Oltre al suo stile architettonico insolito (per l'epoca e il luogo), l'edificio presenta un'altra caratteristica insolita. Le pareti stesse diventano più bianche con l'età. Realizzate in travertino, un tipo di pietra che perde calcite, la fuliggine e gli agenti atmosferici accumulati si erodono gradualmente lasciando l'esterno di un bianco abbagliante.



L'opera d'arte che accompagna l'edificio vale da sola il viaggio. Le sculture in cima all'ingresso sono statue equestri in bronzo di Giovanna d'Arco e di Re Luigi. Numerosi mosaici e dipinti ricoprono l'interno, tra cui una grande figura della Vergine con il Bambino. Il mosaico "Cristo in Maestà" nell'abside è uno dei più grandi al mondo.

La chiesa si trova a nord di Parigi e sorge a 129 metri sul livello del mare. È il secondo luogo più alto dopo la Torre Eiffel. Accanto alla basilica si trova la chiesa di St. Pierre de Montmartre, risalente al VI secolo e ancora in piedi.

L'edificio è costituito da una serie di pareti rettangolari a gradoni traforate da numerosi archi e sormontate da cupole di varie dimensioni. Intorno alla struttura si trovano giardini e fontane complementari, che offrono un luogo tranquillo. Questo nei momenti in cui il terreno e l'edificio non sono sovraffollati, come ad esempio durante la bassa stagione o la mattina presto.

Da ogni angolazione esterna e da molte interne, la basilica è molto più imponente di quanto non venga generalmente riconosciuto. Nonostante lo stile tradizionale, gli intagli e le aggiunte formano un insieme armonioso. I mosaici dorati conferiscono all'interno una luminosità che supporta lo scopo del sito come area di contemplazione.

Dal terreno, in cima a Parigi, si può osservare l'intera città e dall'interno della cupola si gode di una vista altrettanto impressionante. In lontananza si vede la Torre Eiffel e al crepuscolo la combinazione di luci e sole al tramonto è spettacolare.

L'accesso al sito è difficile. C'è una stazione della metropolitana nelle vicinanze, ad Abbesses. Ma ci sono molti gradini che portano alla basilica. La camminata è in qualche modo alleggerita dalla funicolare.


Visitare Parigi


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti