Parigi

Parigi.com

Shopping chic a Parigi


Non avendo semplicemente nulla da indossare, sono stata davvero felice di ricevere la mia copia di "Chic Shopping Paris" appena in tempo per i saldi estivi di luglio e anche appena in tempo per fare shopping.



Quindi è stato con il cuore pesante di una shopper rinata che sa di doversi limitare a "guardare le vetrine" che ho infilato questo manuale nella mia borsetta da commessa "senza nome", nella speranza di ampliare il mio "senso dello shopping chic".

Come ho già scritto, questi graziosi libricini quadrati, pubblicati su carta robusta e con gli angoli arrotondati, entreranno senza problemi nelle vostre borsette di design. Al prezzo di 16,95 dollari statunitensi o 9,99 britannici, questo è un libro che resisterà a numerose escursioni di shopping. La fotografa Alison Harris, che ha illustrato anche Paris Markets, dimostra che alcune delle migliori fotografie a colori possono essere ottenute da un fotografo specializzato in bianco e nero (solo chi è cresciuto con la televisione in bianco e nero può capire questo concetto di privazione del colore che genera una maggiore comprensione del ruolo essenziale del colore nella "foto"). Ne è testimonianza il "vestitino rosso" di Jay Ahr, che viene ripreso due volte, prima sul frontespizio e poi con un primo piano di fronte alla descrizione della boutique di Jay Ahr.

Consigli di un'esperta di Parigi

L'autrice Rebecca Perry Magniant è la quintessenza dell'"americana a Parigi". Sposata con un parigino, ha fatto del suo mestiere quello di scovare le boutique delle persone benestanti e ben pettinate. Piuttosto che custodire questi indirizzi come un "kit di sopravvivenza top secret" per vivere a Parigi, Magniant ha messo a frutto il suo lavoro di gambe.

Chic Shopping Paris è il servizio di shopping tour personale di Magniant per i visitatori di Parigi che considerano lo shopping una miscela di viaggi culturali e d'avventura avvolti in un'unica inebriante fragranza (i veri shopping addicted, si capisce).

Quindi, è arrivato il momento di infilare i vostri comodi sandali Prada per fare un giro nei vari quartieri e dare un'occhiata ai negozi preferiti da Chic Shopping.

Io ho deciso di dirigermi verso il quartiere di St. Germain-des-Pres, a pochi passi da Montparnasse. Lungo il mio percorso ho trovato diverse boutique di Chic Shopping Paris, tra cui: Marie Papier al 26 di Rue Vavin, Marie Puce al 16 di Rue Brea, La Compagnie de Provence Marseille al 5 di Rue Brea, Nadine Delepine al 14 di Rue Princesse, Un Jour Un Sac al 27 di Blvd. Raspail e Cire Trudon al 78 di Rue de Seine.

I negozi spaziano dalle candele alla carta fantasia, dai gioielli e cappelli disegnati a mano all'abbigliamento per bambini. Tenete presente che molte boutique parigine sono chiuse il lunedì. Potreste anche voler chiamare in anticipo per sapere quali negozi chiudono per le vacanze estive in agosto, prima di fare un'incursione da una parte all'altra della città per poi scoprire che il negozio che avete scelto è chiuso (come il negozio di Karine Dupont, che riapre alle 15:30 per l'orario pomeridiano, ma che stranamente era ancora chiuso quando sono arrivata dopo le 15:30). Sebbene le boutique parigine normalmente non aprano prima delle 10 o delle 11 del mattino, rimangono aperte fino alle 19:00. Dopotutto, quale acquirente chic si farebbe sorprendere in giro per le strade della città prima delle 11 del mattino?

Ma cosa significa "chic"?

Questo mi porta all'essenza della parola "chic". Significa semplicemente "elegante".
Curiosamente, quando si usa la parola "chic" per descrivere una persona, può significare "elegante", ma quando si usa la parola per descrivere le azioni di una persona significa "generoso". Se il dizionario lo permette, vorrei aggiungere "raffinato" alla descrizione di "chic".

Curiosità: accettando un pizzico di letteratura che strizzi l'occhio alle vacanze, parte di questi termini figura nel libro di pubblico dominio Fermo e Lucia, nella seguente frase:

"Don Abbondio guardò allora al Conte, il quale alla prima parola intesa s'avviò; s'accorse allora di Don Abbondio, e lo riverì, come si fa a persona che sopraggiunga; e quindi trovandosi già presso alla porta continuò il suo cammino seguendo l'ajutante di camera", che potrebbe far sorridere chi gradisce la commistione di viaggi e cultura.


Si può essere d'accordo o meno con tutte le scelte di Rebecca Perry Magniant per le sue "categorie di boutique chic", ma sono stata felice di vedere almeno due delle boutique presenti nel suo elenco che avevo già segnalato per visite future: Cire Trudon, il negozio del reale fabbricante di candele in Rue de Seine, e Karine Arabian in Rue de Papillon nel 9° arrondissement (per quando un giorno sarò ricca e famosa).

La definizione di "chic" può variare da persona a persona. In altre parole, non basta comprare un libro, andare in una boutique per ottenere una "chicdom" istantanea. Per quanto spesso piacciano le soluzioni rapide, lo stile, come ogni arte, richiede tempo, osservazione e una buona dose di consapevolezza di sé (oltre a una dose di fiducia in se stessi).

Usate questo libro come punto di partenza (insieme a Paris Chic and Trendy shopping della Little Bookroom), ma non come bibbia. Anche se trovate che alcuni negozi siano al limite del "banale", è probabile che vi imbattiate in altre boutique nelle vicinanze che si adattano meglio al vostro look personale.



Potete permettervi di fare shopping chic?

Ahh, voilà il grande dilemma. Ecco la mia divertente esperienza. Tra i negozi in cui ho scelto di entrare, mi ha affascinato la boutique "Un Jour Un Sac". In realtà si chiama Francois Renier, se lo cercate al 27 di Boulevard Raspail. Sulla vetrina c'è scritto solo Francois Renier e il negozio non si trova al numero 27, ma un po' prima di raggiungere l'indirizzo del 27. Saprete di aver trovato il negozio. Saprete di averlo trovato quando vedrete una tavolozza di borse multicolori in vetrina e donne impazienti intorno al bancone.

Mi è piaciuto il concetto di poter acquistare un manico separato da abbinare al materiale della borsa vera e propria. Quando ho chiesto il prezzo di uno dei modelli esposti, la commessa mi ha fatto il conto, compreso lo sconto dei saldi estivi: 38 euro, ha sussurrato. Ho fatto cenno di sì troppo presto: 38 euro era il costo del solo manico della borsa. Aggiungendo il costo della stoffa per la borsetta siamo arrivati rapidamente a 90 euro. A questo punto, ho lanciato un'occhiata a una delle clienti alla mia sinistra. Sfoggiava una tote rossa di Jimmy Choo portata cavallerescamente a tracolla e sospirai. Ero in una situazione di confusione: non è nel budget di questo mese, quindi grazie comunque, e magari la prossima volta.

Questo non vuol dire che alcuni dei negozi elencati in Chic Shopping Paris non siano decisamente accessibili con un po' di attenta pianificazione. Due dei negozi che ho visitato sarebbero perfetti per un elegante souvenir parigino per quell'amico che merita qualcosa di diverso dal solito. In altre parole, vorreste essere "chic" in entrambi i sensi della parola: generosi ed eleganti.

In questo caso, consiglio vivamente la scelta di Chic Shopping di Cire Trudon, il negozio di candele reali. Per il 1° maggio ho acquistato una candela decorata con mughetto a meno di 10 euro. Potete fare il passo più lungo della gamba e acquistare una candela replica a forma di statua di Napoleone. Oppure candele nere davvero chic.

La storia delle candele Trudon risale al 1643: produttore di candele per i re di Francia, tra cui Luigi XIV e Luigi XVI, il processo di fabbricazione delle candele Trudon era considerato l'esempio per eccellenza dell'artigianato che utilizzava la migliore cera d'api del paese.

Un altro suggerimento per un souvenir economico potrebbe essere quello degli orecchini con Torre Eiffel di Nadine Delepine. Se vi siete già saziati di "souvenir pacchiani", la discreta boutique di Delepine al 14 di Rue Princesse è l'emblema dell'understatement. Potete acquistare un paio di orecchini a forma di Torre Eiffel o un braccialetto di ciondoli monumentali (che include i famosi monumenti di Parigi) per la vostra fidanzata "impossibile da accontentare". Il vostro gesto "chic" non vi costerà troppo (i prezzi si aggirano tra i 40 e i 50 euro).

Perché comprare questo libro?

In sintesi, Chic Shopping Paris si rivelerà un utile punto di partenza per gli amanti dello shopping. Gli indirizzi elencati vi porteranno nei quartieri giusti e fuori dalle trappole per turisti, come Rue de Rivoli e gli Champs Elysees. È particolarmente utile se siete alla ricerca di articoli speciali come guanti o cinturini artigianali, solo per fare due esempi.

Sarebbe comunque bello vedere un libro simile che esplori alcuni dei negozi meno costosi e più trasgressivi (preferisco lo stile che si prende dei rischi), ma sono perfettamente felice di aspettare. Forse nel frattempo il portafogli si gonfierà.

Chic Shopping Paris di Rebecca Perry Magniant.
The Little Book Room New York $16,95 208 pagine.

Negozi che ho visitato:

Cire Trudon
78 Rue de Seine 6eme.
Metro: Mabillon.

Nadine Delepine
14 Rue Princesse 6ene.
Metro: Mabillon.

Un Jour Un Sac (Francois Renier)
27 blvd. Raspail (poco prima del numero 27).
Metro: Sevres Babylone.

Karine Arabian
4 Rue Papillon 9eme.
Metro: Cadet, Poissonniere.

Altri articoli del sito correlati, in special modo della sezione Visitare Parigi:

Hotel boutique e chic a Parigi
Rue de Rennes
Shopping a Parigi spendendo poco
Come raggiungere la Svizzera da Parigi
Shopping a Cluj


Visitare Parigi


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti