Parigi

Parigi.com

Cucina e buongustai a Parigi


Ogni anno la Francia è in cima alla lista dei Paesi più visitati al mondo. I numeri di qualche anno fa, ad esempio, sono sorprendenti: gli arrivi di turisti internazionali in Francia sono stati 74,2 milioni, quasi 10 milioni in più della popolazione del Paese. Il dato supera di gran lunga il secondo posto degli Stati Uniti, con soli 54,9 milioni di visitatori. E, come il giorno segue la notte, Parigi è il luogo più visitato del pianeta. Forbes Traveler definisce Parigi il "parco a tema culturale non ufficiale del mondo".



Con l'evoluzione della nostra società di viaggiatori, però, a volte sembra che Parigi abbia perso la sua, beh, pariginità. Sentiamo parlare dell'apertura di un McDonalds al Louvre e piangiamo la globalizzazione della cucina - come il cibo, così la cultura. Siamo sicuri che la Parigi dei nostri sogni, o almeno quella del nostro anno sabbatico, sia annegata in un mare di Big Mac e di tote bag con la Torre Eiffel.

Sì, ci sono molti punti vendita McDonalds a Parigi. I francesi lo chiamano Meek-dough. Ci sono anche molti Starbucks. Ma che dire? Se non li frequentate a casa vostra, non li frequenterete all'estero. Fatevene una ragione.



E sapete cos'altro? Potreste lamentarvi di quanto Parigi sia "finita" per i vostri compagni di viaggio mentre annunciate il vostro imminente tour in bicicletta della Cina rurale, ma i numeri non mentono. Il richiamo di Parigi è semplicemente troppo forte per evitare di controllare i prezzi dei voli per Parigi all'ora di pranzo o di segnare ogni articolo sugli hotel economici a Parigi. E non ditemi che il vostro cuore non ha avuto un sussulto mentre guardavate Tony Bourdain che si faceva strada attraverso la scena gastronomica parigina nel suo 100° episodio di No Reservations.

In poche parole, la globalizzazione della cucina è un'assurdità quando si tratta di Parigi. Per essere un luogo così inondato di turisti internazionali, non si è davvero piegato ai loro capricci culinari. L'orgoglio nazionale e l'intrinseco snobismo gastronomico francese hanno la meglio sui soldi dei turisti, anche nei caffè che costeggiano le sue vie più trafficate. Così come non crederanno mai e poi mai che il cliente sia il re, non cambieranno il loro menu perché qualcuno mangia solo bastoncini di pollo o perché voi avete voglia di un sandwich/panino BLT (Bacon, Lettuce, Tomato).

Forse perché il cibo francese è diventato parte integrante della nostra cultura. Dai croissandwiches di Burger King alle patatine fritte di McDonalds, che sono sempre al primo posto della lista, siamo noi ad aver globalizzato la cucina, non i francesi. Loro stanno ancora lavorando al loro coq au vin e ai loro consommé perfettamente puliti, facendoli come prima che Escoffier mettesse a nudo i meccanismi interni della cucina francese per farli conoscere a tutto il mondo.

Perciò, buongustai stanchi, non temete: il vostro segreto piacere colpevole di Parigi è al sicuro con me. Continuate a controllare i voli per Parigi e a prenotare i vostri hotel economici a Parigi, in modo da poter risparmiare per quel piccolo bistrot che sognate dalla vostra ultima visita. È ancora qui ed è ancora molto, molto francese.


Visitare Parigi



Prenotazione hotel a Parigi o in qualunque altra città o località del mondo:
Booking.com


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti