Parigi

Parigi.com

Visitare Bran e scoprire il mito di Dracula


È una destinazione in cui troverete molti dei valori cari ai rumeni, una destinazione in cui vorrete sicuramente tornare ogni volta che ne avrete l'occasione. È un altro luogo che fonde meravigliosamente le bellezze naturali con una storia interessante e tradizioni immutate. A Bran è molto probabile che vi sentiate a metà strada tra passato e presente, tra tradizione e modernità. Non c'è da stupirsi che sempre più turisti (dal paese e dall'estero) la visitino ogni anno. Certo, la leggenda di Dracula è una calamita per i turisti, ma dovete sapere che il leggendario castello medievale è circondato da un paesaggio mozzafiato (il Picco Omu - alto 2.514 m) e che gli abitanti del luogo sono persone molto gentili e ospitali per le quali farvi sentire i benvenuti a Bran è diventato un dovere morale.



Informazioni generali su Bran

Bran è uno dei 44 villaggi più grandi della contea di Brasov. Situata in un luogo pittoresco, a 24 km da Brasov sulla strada nazionale 73, che collega Campulung Muscel a Brasov, Bran è un'attrazione per i turisti rumeni e stranieri. Insieme ai villaggi circostanti, è la culla del turismo rurale rumeno.

Situata all'ingresso del passo Rucar - Bran (antica e strategica via commerciale tra le regioni storiche della Barsa e della Valacchia), Bran è apprezzata per le bellezze naturali circostanti. Inizialmente località di interesse locale, col tempo è diventata una località in piena espansione, un centro nazionale di turismo rurale, ecologico e culturale.



Il villaggio di Bran viene citato per la prima volta nei documenti storici nel 1367, quando l'Impero ungherese iniziò a mostrare interesse per questa regione e inviò i Cavalieri Teutonici per proteggerla e facilitare l'espansione degli ungheresi in Valacchia.

E Dracula?

Sono stati scritti numerosi resoconti sul fatto che questa sia la patria del famoso vampiro rumeno medievale che tutti ormai conoscono con il nome di Conte Dracula. Il romanzo Dracula di Bram Stoker, pubblicato nel 1897, è il principale responsabile di questa leggenda a cui non molti rumeni sono molto affezionati.

Infatti, distorce in larga misura i fatti storici, non dando credito a Vlad l'Impalatore (sulla cui personalità è stato creato il Conte Dracula), un sovrano rumeno medievale che riuscì a tenere lontani i Turchi dal suo Paese. Tuttavia, la regione abbonda di souvenir legati a Dracula, per cui una visita a Bran potrebbe concludersi con storie succose da raccontare agli amici a casa.

Quindi, sia che vogliate visitare Bran per le sue preziose risorse etnografiche e le sue bellezze naturali o solo per il divertimento di un'esperienza gotica, sarà sempre una destinazione memorabile. E potete essere certi che ogni hotel, museo o abitante di Bran sarà pronto a dirvi "Benvenuti a Bran!" e a rendere il vostro soggiorno indimenticabile.


Vacanze in Romania


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti