Parigi

Parigi.com

Palazzo Roznovanu


Poiché Iasi è stata la capitale della Moldavia fino al XIX secolo, ospita molti splendidi edifici antichi appartenenti ai suoi ricchi governanti. Visitandoli si compie un viaggio nel passato, un passato affascinante e meraviglioso, quando il lusso era il principale principio di governo. Il Palazzo Roznovanu è un monumento architettonico costruito nei decenni 7-10 del XVIII secolo, oggi sede del Municipio di Iasi. Come si può facilmente immaginare, la sua storia è piuttosto interessante e movimentata.



Il XVIII secolo

La prima cosa che colpisce di questo palazzo è la sontuosità degli affreschi interni e la grandezza delle statue esterne. Il palazzo appartiene allo stile neoclassico, con elementi decorativi caratteristici dello stile barocco. Fino al 1891, quando lo Stato vendette l'edificio, il palazzo fu la residenza della famiglia Rosetti - Roznovanu, la famiglia più forte e influente nell'arena politica della città. Come tale, è stato testimone di eventi storici significativi. Alla fine del XVIII secolo (1788), il generale russo Romanov si stabilì nel palazzo e poi l'intera diplomazia russa, durante il Regolamento Organico (1829-1831). Nel 1866, infatti, la famiglia Roznovanu, sostenuta da forze politiche russe, tentò di organizzare un complotto per mettere Roznovanu a capo della Moldavia, ma il complotto si rivelò un fallimento. Un altro tentativo fallito fu quello del principe Michele Sturdza che, nel 1858, voleva recuperare la sede reale.



Il XIX secolo

Nel XIX secolo il palazzo fu visitato da importanti personalità: Re Carol I di Romania, Natalia Kescu (che diventerà regina di Serbia nel 1882), la famosa cantante d'opera Hariclea Darclée, ecc. Tra il 1892 e il 1892, il Palazzo Roznovanu sarà utilizzato come residenza temporanea della famiglia reale. L'edificio ebbe un ruolo importante sul palcoscenico della storia soprattutto durante la Prima guerra mondiale, quando ospitò la sede dei ministeri dei rifugiati a Bucarest. Nella stanza dove oggi si trova l'ufficio del sindaco, aveva sede il re Ferdinando e nella sala riunioni dell'attuale Consiglio comunale si riunì nel 1918 il Consiglio di guerra della Romania.

Il XX secolo

Nei primi decenni del XX secolo, il Palazzo conobbe nuovamente la vivacità della vita mondana come ai suoi inizi. Nel 1944 divenne la sede del Comitato cittadino del Partito e nel 1970 del Municipio. Dagli anni '90 in poi, è il luogo in cui viene ricevuta qualsiasi persona importante del Paese o dell'estero, sia in ambito politico che culturale.


Vacanze in Romania


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti