Parigi

Parigi.com

Sibiu, storia di un passato glorioso


All'inizio del XX secolo, Sibiu era una città vivace e moderna, in anticipo sui tempi. Fu la terza città dell'Impero austro-ungarico ad avere l'elettricità e la seconda a introdurre il tram elettrico. Inoltre, qui furono costruiti il primo ospedale e la prima scuola dell'impero. Sibiu, la storia di un passato glorioso cercherà di farvi conoscere alcuni dei momenti più rappresentativi della storia di questa città, fondamentale per l'evoluzione dell'intero Paese.



Momenti memorabili nella storia di Sibiu

Le più antiche informazioni scritte sul territorio di Sibiu risalgono al 1191 e si riferiscono alle colonie teutoniche che abitavano questa regione. In seguito, un gruppo etnico tedesco occupa una parte di Sibiu - i "sasii". È nel 1366 che la città viene ricordata nelle pagine della storia con il nome di Hermannstadt. Importante centro economico e culturale della Transilvania, Sibiu è stata la sede principale della prima banca di proprietà rumena e dell'Associazione transilvana per la letteratura rumena e la cultura popolare rumena. Dopo il crollo dell'Impero austro-ungarico nel 1918, Sibiu divenne parte della Romania.



Monumenti simbolici

Sibiu, la storia di un passato glorioso non si riflette solo nelle pagine dei libri di storia, ma anche nei monumenti e nei luoghi che si possono scoprire a ogni passo a Sibiu. Il Castello della Torre Rossa, situato a Boita, a 22 km da Sibiu, ebbe un ruolo fondamentale contro le invasioni ottomane. Secondo le leggende, il nome del castello deriva dalle pareti rosse dipinte con il sangue turco. Un altro luogo in cui è possibile saperne di più sull'evoluzione e sulle fasi di sviluppo di Sibiu sono i musei. È d'obbligo una sosta al Museo di Storia, situato in un edificio del XV secolo del Vecchio Municipio, dove si possono ammirare oggetti di epoca medievale e raffinate collezioni di argenteria. Non possiamo parlare del glorioso passato di questa meravigliosa città senza menzionare le principali attrazioni della parte vecchia della città: le torri di difesa. Nel XVI secolo c'erano 39 torri di difesa e 4 torri porta. Nel XIX secolo la maggior parte delle torri, delle mura di difesa e dei bastioni furono demoliti. Oggi i bastioni Haller e Soldisch e le torri degli archibugieri, dei falegnami e dei vasai possono essere ammirati dai turisti.

Ex gioiello dell'Impero austro-ungarico, Sibi è ancora testimone di tutte le trasformazioni che questa parte del Paese ha subito nel corso del tempo. Prendetevi il vostro tempo e scopritela il più possibile!


Vacanze in Romania


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti