Parigi

Parigi.com

I 3 principali luoghi d'interesse nei dintorni di Iasi


Sono certa che vi sarete aspettati questo articolo perché Iasi è una città così bella e ricca culturalmente e storicamente che la sua influenza deve essere diffusa anche intorno ad essa. Ed è così. Una visita a Iasi non dovrebbe limitarsi alla città vera e propria, ma anche ai suoi dintorni, perché questa è una città rappresentativa dell'intera regione. Anche se ci sono molte cose che potreste ammirare, vi presenterò solo le tre principali attrazioni nei dintorni di Iasi, solo per darvi un'idea generale di ciò che c'è là fuori, in attesa di turisti curiosi per tutto il giorno.



La riserva paleontologica "Repedea"

Si trova vicino al ripetitore televisivo sulla collina Repedea, dove alcune cave mettono in evidenza rocce calcaree e arenarie fortemente fossilizzate appartenenti al periodo sarmatico (circa 10 milioni di anni fa). Il professor Gregory Cobalcescu dell'Università "Al. I. Cuza", analizzando le cave di Pietrari-Repedea nel 1862, pubblicò il lavoro "Calcariul de la Rapidea" (Le rocce calcaree di Repedea) in cui descrisse la fauna fossile trovata in queste rocce. Questo lavoro rappresenta la nascita della geologia rumena. La collina divenne rapidamente oggetto di numerosi studi paleontologici, sedimentari e geochimici. Il calcare e i fossili esistenti certificano che su questo territorio si trovava il fondale marino sarmatico. Tra i fossili più importanti ci sono quelli di Mactra Podolia. Per questi motivi, l'area è stata dichiarata riserva naturale e posta sotto tutela con decisione del Consiglio dei Ministri nel 1955 e con decisione del Consiglio della Contea di Iasi nel 1994.

Il Palazzo Ruginoasa



È la residenza estiva di uno dei più importanti governanti rumeni, Alexandru Ioan Cuza. Fu lui che riuscì a unificare due province rumene, la Valacchia e la Moldavia, sotto il nome di Romania (inutile dire che questo nome è rimasto fino ai giorni nostri, quindi si può facilmente immaginare la sua importanza tra il popolo rumeno). Il palazzo fu costruito all'inizio del XIX secolo dal tesoriere Sandulache Sturdza sotto la supervisione dell'architetto viennese Johan Freiwald. L'aspetto neoclassico dell'edificio cambia nel 1847, quando lo scrivano Costache Sturdza incarica l'architetto Johan Brandel di trasformare il palazzo secondo l'architettura gotica. Distrutto durante la Seconda guerra mondiale, il palazzo fu restaurato nel 1978. Dal 1982, il luogo funziona come museo commemorativo. Il piano terra è organizzato in modo da rappresentare, attraverso documenti, momenti importanti della vita e del lavoro del principe Cuza. Le sale al piano superiore sono organizzate in modo da ricreare l'atmosfera del periodo trascorso dalla famiglia Cuza a Palazzo Ruginoasa.

L'area ricreativa "Ciric"

Questo luogo è accessibile in auto, a est di Iasi. L'area ricreativa "Ciric" si trova a 6 km dal centro della città, vicino a una catena di laghi circondati da foreste. Vi si trovano un campo per bambini, campi sportivi, un parco giochi, un campeggio, un hotel, ristoranti e terrazze. Nel complesso, questo è un luogo perfetto per trascorrere del tempo all'aria aperta.

Come ho già detto, questa è solo una top 3 delle attrazioni nei dintorni di Iasi, perché ce ne sono molte altre da visitare: il Monastero e il Castello di Miclauseni, i monasteri di Aroneanu, Barnova, Dobrovat, la riserva palinologica "Ion Inculet" e così via.


Vacanze in Romania


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti