Parigi

Parigi.com

La locanda Manuc di Bucarest


Costruita tra il 1804 e il 1808 da un ricco armeno, questa è l'unica locanda che ha superato la prova del tempo. L'edificio si trova nel centro commerciale della capitale, su uno dei suoi viali più importanti, Lipscani, ed era famoso per il rumore, il trambusto e il variopinto miscuglio di persone che attirava. Uno dei migliori esempi di architettura urbana valacca, la locanda "Manuc" ha conservato la sua atmosfera e il suo stile e oggi funziona come hotel, ristorante e cantina.



La costruzione della locanda

Nel 1806, Manuc Bei raggiunse la capitale della Valacchia e fu costretto a stabilirsi qui per un lungo periodo a causa della guerra russo-turca. Nella seconda metà dello stesso anno iniziò la costruzione della locanda, che fu completata nel 1808. All'epoca, l'architettura della locanda era piuttosto innovativa, perché Manuc non voleva che la sua locanda avesse il solito aspetto di una fortezza, comune nel XVIII secolo. Il terreno su cui è stata costruita apparteneva alla Corte Reale fino alla fine del XVIII secolo. Non si conosce l'esatta architettura della configurazione originaria della locanda, ma dalle descrizioni dell'inizio del XIX secolo si evince che c'erano 15 cantine sotterranee a volta e che al piano terra c'erano 23 botteghe, due grandi saloni, dieci magazzini, le camere della servitù, le cucine e una galleria che ospitava circa 500 persone. Il piano aveva 107 camere, per lo più utilizzate per gli ospiti. Nel cortile c'erano un caffè e un piccolo giardino con una fontana.



Nel corso degli anni

Nel 1842, la City Hallo di Bucarest stabilì i suoi uffici presso la locanda "Manuc". Intorno al 1880, la locanda aveva una sala per le rappresentazioni teatrali e fu anche il luogo in cui ebbe luogo la prima rappresentazione di operetta in Romania. Prima che la Romania entrasse nella Prima guerra mondiale (tra il 1914 e il 1916), la sala "Dacia" della locanda ospitò le riunioni di grandi personalità dell'epoca. Esse chiedevano che la Romania entrasse in guerra con le potenze dell'Entente cordiale per liberare la Transilvania e la Bucovina. Attualmente, la locanda "Manuc" ha conservato gran parte del suo stile ed è stata trasformata in un hotel con ristorante, cantina e pasticceria. La locanda è stata restaurata più volte, nel 1848, nel 1863, nel 1966-1970 e recentemente dal 1991 al 1992, conservando ogni volta l'antica struttura.

Oggi, quando si entra nel cortile sul suo bellissimo ponte di quercia, si può facilmente immaginare di essere nelle strade di Bucarest nel XIX secolo. È una sensazione davvero piacevole!


Vacanze in Romania



Prenotazione hotel a Parigi o in qualunque altra città o località del mondo:
Booking.com


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti