Parigi

Parigi.com

Treno perfetto per visitare Francia e Europa


Niente stress da aeroporto
Immaginate di non dover arrivare con 2-3 ore di anticipo, aspettare in lunghe file, passare la procedura di check-in e i controlli di sicurezza, togliervi le scarpe e svuotare tutti i vostri liquidi e gel, per non parlare di altri imbarazzanti effetti personali in una scatola? Niente disimballaggi, perquisizioni casuali, turbolenze e così via?



Inoltre, in attesa dell'imbarco, provate a fare gli esercizi di respirazione che vi hanno detto vi aiuteranno a combattere la paura di volare. Ma è inutile. Il terrore continua a pervadervi. Alla fine, quando si decolla, il polso batte forte, i palmi delle mani sono sudati, si ha bisogno di fare pipì perché si è nervosi ma non si può perché il carrello degli steward blocca il corridoio. Finalmente la grande occasione... il carrello non c'è più, ma no, si sente un "ding" seguito da una voce irritante che annuncia che si sta per atterrare. Quindi vi sedete, state zitti e vi allacciate la cintura di sicurezza. (Perché, vi chiedete stringendo i denti, quella cosa su cui siete seduti non è dotata di un vasino discreto?)

Poi scendete. Altri segnali e ancora non avete fatto pipì, mentre siete costretti ad aspettare che il vostro enorme mostro di valigia faccia il giro della giostra. Quando finalmente lo fa, è necessario fare un'altra battuta per uscire dal brutto edificio dell'aeroporto, poi un'altra battuta per prendere il taxi o l'autobus che vi porterà in città. Voilà! Non ho dubbi. Oltre a essere un'esperienza altamente stressante, il volo economico di un'ora ha appena occupato più di metà della vostra giornata.

Non è così con i treni: per cominciare, la maggior parte delle stazioni ferroviarie è situata in posizione centrale. Si sale in un punto centrale e si scende in un punto centrale. Facile. Il più delle volte, i treni sono più veloci dei voli e molto più comodi se si tiene conto del tempo speso per andare e tornare dall'aeroporto, ecc.

Servono altri motivi? Che ne dite di questo... Non dovrete più sopportare il personale delle compagnie aeree, scortese e fastidioso! Una volta ho chiesto a una hostess un bicchiere d'acqua e mi è stato risposto che la mia richiesta era impossibile, perché non ero seduta nel suo corridoio.
Inoltre, se avete in valigia una bottiglia di vino o delle noccioline, nessuno vi arresterà, vi perquisirà o vi multerà per averle portate in dogana perché, francamente, in Francia (e probabilmente nel resto d'Europa) non gliene importa nulla. I controlli di sicurezza sui treni in Francia sono praticamente inesistenti.

Non ci sono sorprese o spese extra che a volte vengono addebitate (mi viene in mente Ryan air) se vi capita di avere un paio di chili di troppo. Non voi, le valigie, ma immagino che con l'aumento dell'obesità nel mondo, le persone potrebbero essere le prossime.

Più tempo per rilassarsi
In Francia, il metodo di viaggio preferito è sicuramente il treno. Perché? Perché in generale i francesi sono un gruppo piuttosto rilassato. Viaggiare in treno significa praticamente zero stress. Si può prendere un libro, meditare, mangiare, dormire o ammirare i dintorni spettacolari. Inoltre, non c'è l'ansia da toilette. Le toilette del TGV sono abbastanza pulite e facili da usare, cosa non sempre facile da trovare in Europa.

Economia
Perché fermarsi alla Francia? Non c'è motivo per cui non si possa visitare tutta l'Europa in treno. Con i pass ferroviari Eurail, potete scegliere tra una serie di pacchetti a seconda del tempo a disposizione, del budget a disposizione e dei luoghi in cui volete andare. Per avere un'idea più precisa, consultate Rail Europe o EuRail per maggiori dettagli.
Il TGV è una bestia particolare. I prezzi variano enormemente. È molto più economico se prenotate in anticipo via Internet. E a volte è possibile trovare un biglietto di prima classe per una frazione di prezzo in più. Ad esempio, i biglietti del TGV Parigi-Marsiglia vanno dai 45 ai 100 € aller simple (solo andata), a seconda dell'ora, del giorno e dell'offerta disponibile.
Trovate le offerte su: Offerte di viaggio SNCF

Fai la tua parte per il pianeta
È il modo più ecologico di viaggiare. I treni emettono una quantità di gas a effetto serra 10 volte inferiore per ogni viaggio medio dei passeggeri. C'è bisogno di aggiungere altro?

Fumate se ne avete bisogno
I fumatori incalliti possono ancora scendere durante il viaggio e fumare una boccata veloce sulla banchina. Probabilmente non si dovrebbe, ma tutti lo fanno. I francesi non amano le regole ferree e fanno quello che vogliono, il che fa parte del fascino del Paese.

L'avventura
Il viaggio stesso fa parte della vacanza, non è solo un modo per andare da A a B. È anche un ottimo modo per incontrare persone. Potrete girovagare, sgranchirvi un po' le gambe, praticare il vostro francese e comprare un caffè troppo caro e un panino al prosciutto e formaggio, ma chi se ne frega? Alla fine della giornata, si sale sul TGV ad alta velocità (velocità media 350 km all'ora), che è un'esperienza in sé. Se avete un budget limitato, perché non comprare una baguette, dell'acqua e altre provviste prima di salire a bordo (le stazioni vanno bene, ma troverete di meglio in un supermercato). In questo modo risparmierete un po' di soldi e potrete invece concedervi un buon bicchiere di vino. È una questione di priorità e sì, c'è un bar! Les Voitures Corail è il luogo in cui troverete la macchina piena di chicche. Seguite le indicazioni.



Suggerimenti extra

Riferimento linguistico rapido
Se il vostro francese è inesistente, fatevi un grande favore e fate un po' di pratica prima di partire per la terra del formaggio. Vi basteranno un paio di parole per trasformare il vostro viaggio da "Santo cielo, i francesi sono maleducati" a "Non sono una razza adorabile? Non so di cosa tu stia parlando, ma io non ho avuto alcun problema".

Bonjour (Ciao)
Au revoir (Arrivederci)
S'il vous plait (Per favore)
Merci (Grazie)
Pardon (Mi scusi)
Parlez-vous anglais? (Parla inglese?)
Je voudrais un billet (Vorrei un biglietto...)
Aller simple (Solo andata)
Aller et retour (Ritorno)
Je ne comprends pas (Non capisco)
Ou est...? (Dove si trova...?)
Ou sont les toilettes? (Dove sono i bagni?)
Tout droit (Dritto)
À gauche (A sinistra)
À droite (A destra)

Compostaggio
Prima di salire su qualsiasi treno in Francia (e in Europa) è necessario convalidare il biglietto in uno dei composteurs gialli che si trovano alla fine dei binari. Se non lo fate, vi metterete nei guai con il controllore, che potrebbe decidere di multarvi o meno (a seconda del suo umore). Se vi dimenticate di convalidare il biglietto, usate un po' di francese e molto charme quando il controllore si ferma. A volte basta questo per risolvere il problema.

Come leggere il biglietto vero e proprio
Sul biglietto, cercate il numero di voiture (carrozza/auto). Su ogni binario c'è un pannello elettronico (illuminato con un'immagine del treno). Dovrete far corrispondere la vostra voiture con l'area assegnata (dove si ferma) in modo da potervi posizionare nel punto giusto (cercate i cartelli lungo il binario A, B, C, D ecc.). È organizzato in questo modo per permettervi di salire sul treno in modo rapido ed efficiente. Spesso, soprattutto se vi trovate in una stazione più piccola, il TGV non si ferma a lungo, quindi dovrete essere pronti.

Il passo successivo è trovare il proprio posto assise = numero di posto. Fenetre = posto al finestrino. Couloir = posto sul corridoio. È più facile a dirsi che a farsi. Ecco perché...

Dovete reclamare il vostro posto, amici miei!
Dopo l'imbarco, 9 volte su 10, qualcuno si siederà al vostro posto. E questo solo perché è furbo e ha scelto un'opzione più attraente per sé, nella speranza che il posto non venga occupato.

Questo problema è facilmente risolvibile. Basta sorridere e dire: "Mi scusi, ma credo che questo sia il mio posto" (excusez-moi, mais je crois que c'est ma place). Probabilmente riceverete una sorta di sguardo vuoto o perplesso, come se non sapessero di cosa state parlando, dopodiché tirerete fuori l'asso nella manica. Il vostro biglietto, che sventolerete con disinvoltura davanti alla faccia sconcertata della persona. Fingendo di essere sorpresi e perplessi da questa rivelazione, alla fine si scuseranno e si sposteranno dove dovevano essere. Fa tutto parte del gioco, ma bisogna saperlo fare.

TGV contro TER
Il TER (treno locale) è spesso un'opzione molto più economica del TGV. È possibile utilizzare i TER per viaggiare tra gli stati, ma non per attraversare i diversi stati. Tecnicamente si potrebbe, ma si dovrebbe cambiare treno troppo spesso, il che vanificherebbe lo scopo di ridurre i costi. Tra gli stati, invece, funzionano benissimo e a volte impiegano quasi lo stesso tempo (con una differenza marginale).

Viaggiare leggeri
È meglio portare con sé una borsa piccola, il più piccola possibile. Perché? Perché non si deve faticare nei corridoi e, nella maggior parte dei casi, le stazioni ferroviarie in Francia usano le vecchie scale tra i binari, il che significa che dovrete trascinare il vostro bagaglio su e giù per le infinite scale, i tunnel tortuosi e le troppe persone. È buffo, da un lato, che i francesi siano bravi con la tecnologia. Il treno più veloce del mondo, eccetera, ma dall'altro lato non hanno le scale mobili. Si capisce.
In ogni caso, la popolazione francese si aggira intorno ai 63.000.000 di persone. Immaginate se ognuno portasse con sé la sua enorme valigia Louis Vuitton? Non ci sarebbe più spazio per i 365 tipi di formaggio. Inoltre, se scegliete un'opzione più piccola e leggera, è divertente osservare gli altri che lottano con tutte le loro "cose". Provate, non tornerete mai più indietro.

Sciopero: un passatempo nazionale
Se il Paese non è in vena di scioperi dei treni, non dovreste avere problemi. È molto frustrante quando si ha un orario fisso come la maggior parte di noi. Tuttavia, i francesi stessi non sembrano troppo stressati da queste cose. Si tratta solo di diritti sociali e di sostenere i loro colleghi in sciopero.

Mentre chiunque altro in tutto il mondo potrebbe sentirsi scoraggiato da questa situazione e lamentarsi, i francesi prendono tutto con filosofia. Dopotutto, se c'è uno sciopero dei treni non devono andare al lavoro, il che va benissimo per loro. Se vi capita di essere bloccati in una di queste situazioni, posso solo dirvi questo: "Paese che vai...", fai come i romani. E ringraziate chiunque sia responsabile di avervi dato del tempo in più per esplorare. Che altro potete fare? Buona fortuna! E buon viaggio.


Vacanze in Francia



Prenotazione hotel a Parigi o in qualunque altra città o località del mondo:
Booking.com


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti