Parigi

Parigi.com

Dipartimento dell'Ardèche


L'Ardèche: un fiume e un dipartimento.
Come parlare di questa parte della Francia che fa sognare anche i nostri amici stranieri che hanno contribuito a farla conoscere.



I nostri antenati già 30 000 anni fa ci hanno lasciato, incisa nella pietra della Grotta Chauvet, la testimonianza della dolcezza di vivere prendendosi il tempo di assaporare un'altra dimensione della vita e dello spazio.
Come descrivere le pietre riscaldate dal sole delle Cévennes, ricoperte di macchia selvaggia, attraversate da piccole strade tortuose tra il canto delle cicale.



Come condividere la bellezza di ogni anfratto pazientemente scavato nella roccia millenaria, che ospita un ruscello dall'acqua fresca e limpida, a volte adatto per fare il bagno, e che poi, alla curva di una curva, si trasforma in un torrente con le sue cascate ammalianti.
Si possono anche evocare i pendii ricoperti di erica, i profumi della lavanda e dei frutti maturi, che non sono così vari come qui.

Per dire in poche parole che il contrasto è impressionante da nord a sud, da est a ovest, che il clima, a tratti aspro, ha plasmato abitanti teneri che sono eredi di una storia dolorosa.
Gli Ardéchois sanno come perpetuare i loro valori e far conoscere il loro talento nell'artigianato tradizionale e nella gastronomia.

Chi non conosce una buona castagna arrostita al fuoco non conosce la vera arte di vivere.
Parliamo anche dei vecchi villaggi, dei fieri castelli arroccati sulle impervie e... L'Ardèche? Non ne parliamo, la viviamo.


Vacanze in Francia



Prenotazione hotel a Parigi o in qualunque altra città o località del mondo:
Booking.com


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti