Parigi

Parigi.com

Festival di Cannes


In particolare, il 59° Festival di Cannes di maggio 2006



Il Festival di Cannes di quest'anno è stato tenuto dal 17 al 28 maggio.

Partecipare al Festival

A meno che non siate professionisti accreditati dell'industria cinematografica (o membri della stampa), l'ingresso alle proiezioni e ai luoghi ufficiali sarà precluso. Questi eventi sono strettamente sorvegliati e gli hotel riservano le loro sistemazioni alle migliaia di critici cinematografici, attori, registi e altri esperti del settore. In qualità di semplici turisti, il massimo che potete fare è guardare in disparte, ma che vista e che intrattenimento! Tra l'osservazione delle stelle del cinema e le passeggiate sulle splendide spiagge di Cannes, il festival è sicuramente un'esperienza da non perdere.

Per coloro che devono assolutamente vedere un film al festival, ci sono alcune organizzazioni che assegnano un piccolo numero di biglietti al pubblico (la Settimana Internazionale della Critica e la Quinzaine des Réalisateurs). Anche i gruppi educativi e gli appassionati di cinema francese possono accedere al programma Cannes Cinéphiles. Se siete interessati, contattate queste organizzazioni almeno uno o due anni prima per cercare di ottenere il vostro posto. Altrimenti, potreste essere in grado di assistere a un Cinéma de la Plage (Film sulla spiaggia), una categoria di proiezioni aperte al pubblico. Alcune persone molto impazienti si travestono e chiedono discretamente i biglietti "di riserva" proprio davanti alla sede dell'evento.

Breve storia

Come è tipico della Francia, il Festival di Cannes è nato da una ribellione sociale. Stufi dei regimi europei fascisti degli anni Trenta (che privilegiavano i film politici e di propaganda rispetto all'arte), un gruppo di cineasti e critici francesi (nel 1938 circa, quando "La Grande Illusion" di Jean Renoir fu scartato per il premio più importante del festival - noto all'epoca come Coppa Mussolini, nonostante fosse l'ovvio favorito) si staccò dalla "Mostra di Venezia", ovviamente di parte, e chiese al governo francese di creare un festival separato e non politico. Furono prese in considerazione diverse località, ma alla fine vinse Cannes, soprattutto perché i suoi comuni accettarono di finanziare l'impresa. Oggi il Festival di Cannes è il più prestigioso festival cinematografico internazionale del mondo.

La Palma d'Oro



Il Festival di Cannes è caratterizzato da numerose attività e organizzazioni, ma la competizione è l'evento principale. I film identificati come "in concorso" si contendono il prestigioso premio della Palma d'Oro per il miglior film. Si tratta del premio cinematografico più ambito del settore. Vincerlo significa spesso un aumento immediato degli incassi al botteghino (nell'ordine di milioni di dollari) e, per i film stranieri, una possibile o immediata distribuzione internazionale.

I giudici

Prima di ogni festival, il Consiglio di amministrazione nomina quattro giurie che hanno il compito di selezionare i film da proiettare e, in ultima analisi, di decidere quali sono degni di essere premiati. I membri di ciascuna giuria provengono da tutti i settori della comunità cinematografica internazionale. La commissione prende in considerazione l'area di competenza di ciascun candidato, il suo lavoro e il livello di rispetto che riceve dai suoi colleghi. In genere, un posto in una giuria del Festival di Cannes è indice di "carriera", soprattutto quando si nomina l'ambito ruolo di "Presidente" del festival.

Il presidente del festival 2006 è Wong Kar-Wai, un regista cinese. Wong appartiene all'ondata di registi di Hong Kong della metà degli anni Ottanta, che hanno continuato a sviluppare l'estetica innovativa e fresca creata da chi li ha preceduti. Per sperimentare appieno la profondità delle creazioni cinematografiche di Wong, gli spettatori devono sospendere le loro convinzioni sulla cronologia, sul tempo e, in molti casi, sui loro stessi ricordi.

I membri della giuria del concorso di quest'anno sono:

Monica Bellucci, attrice italiana
Helena Bonham Carter, attrice britannica
Lucrecia Martel, regista argentina
Ziya Zhang Ziyi, attrice cinese
Samuel L. Jackson, attore americano
Patrice Leconte, regista francese
Tim Roth, attore/regista britannico
Elia Suleiman, regista palestinese

Film in concorso nel 2006

Babel (Messico) diretto da Alejandro Gonzalez Inarritu
El Laberinto del Fauno (Messico) diretto da Guillermo Del Toro
Fast Food Nation (USA) diretto da Richard Linklater
Flandres (Francia) diretto da Bruno Dumont
Iklimler (Turchia) diretto da Nuri Bilge Ceylan
Il Caimano (Italia) diretto da Nanni Moretti
Indigenes (Algeria) diretto da Rachid Bouchareb
Juventude Em Marcha (Portogallo) regia di Pedro Costa
L'Amico di Famiglia (Italia) regia di Paolo Sorrentino
La Raison du plus Faible (Belgio) diretto da Lucas Belvaux
Laitakaupungin Valot (Finlandia) regia di Aki Kaurismaki
Marie-Antoinette (USA) diretto da Sofia Coppola
Quand j'etais chanteur (Francia) diretto da Xavier Giannoli
Red Road (Regno Unito) diretto da Andrea Arnold
Selon Charlie (Francia) diretto da Nicole Garcia
Southland Tales (USA) regia di Richard Kelly
Palazzo d'estate (Cina) regia di Lou Ye
Il vento che scuote l'orzo (Regno Unito) diretto da Ken Loach
Volver (Spagna) diretto da Pedro Almodovar.

Da notare che il festival 2006 si aprirà con la proiezione ("fuori concorso") dell'atteso "Il Codice Da Vinci" (di Ron Howard) il 17 maggio 2006.


Vacanze in Francia


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti