Parigi

Parigi.com

Dinan


Storia della città



La nascita della città di Dinan risale all'XI secolo.
Situati sotto una collina, il villaggio e il porto si svilupparono rapidamente.

Nel XII secolo la popolazione costruì dei bastioni per proteggersi, che furono migliorati fino al XV secolo.

Bertrand Du Guesclin, durante l'assedio della città nel 1357, affrontò in singolar tenzone Tommaso di Canterbury.

Vittorioso, riprese la lotta contro gli inglesi.
Carlo V lo nominò conestabile di Francia.

Nel XVI secolo, con lo sviluppo della marina mercantile, si affermò il porto di Dinan.
Questa prosperità durò fino al XIX secolo.

Poi la vicinanza di altri porti ha portato al suo declino. Oggi è diventato un porto turistico.



Monumenti principali

Costruita nel XII secolo per volontà di un crociato, la chiesa di Saint-Sauveur ha conosciuto tutti gli stili architettonici imposti dalla storia: romanico, gotico, classico e barocco.

Nel braccio settentrionale del transetto si trova la tomba contenente il cuore di Du Guesclin.

La Torre dell'Orologio, alta 45 metri, risale alla fine del XV secolo.

Simbolo di prosperità e potere, era dotato di un orologio dal meccanismo complesso e di una campana molto grande, dono della duchessa Anna.

Tra le chiese di Dinan c'è anche la chiesa di Saint-Malo, la cui costruzione iniziò nel XV secolo.

Inoltre, due conventi fanno parte della storia della città: il convento dei Cordeliers, del XIII secolo (dove si riunirono gli Stati di Bretagna nel 1573 e nel 1634) e il convento domenicano, utilizzato come prigione, caserma e ospedale.


Vacanze in Francia


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti