Parigi

Parigi.com

Château Malherbe


Di fronte al Fort de Brégançon, in un sito selvaggio e unico, al Domaine de la Malherbe si possono degustare vini rari e splendidi in tutti e tre i colori. Rese molto basse (30hl/ha), un terroir superbo, una maturazione meticolosa e la passione di una donna, la signora Serge Ferrari, il cui motto è: "La qualità... la mia unica preoccupazione".



I 20 ettari di vecchie vigne si trovano tra le colline e il mare, su un terreno acido con vari depositi minerali, argilloso con frammenti di quarzo o pezzi di roccia madre che lo rendono permeabile. Le uve sono raccolte a mano (a fine settembre dopo la selezione dei grappoli a luglio), la cernita è rigorosa e la vinificazione tradizionale. Il risultato è favoloso.

Il Malherbe Rouge è un vino molto tipico e ben strutturato. Ha un bel colore carminio, sostenuto e brillante. Si ritrovano aromi di piccoli frutti selvatici, di violetta. In bocca ha molta presenza e vigore. Il sapore è pieno e ricco, morbido e vellutato, con aromi di spezie e prugne candite. Un vino delizioso, ricco e concentrato che merita qualche anno di invecchiamento.



Il Malherbe Blanc ha un bel colore giallo lime. Molto aromatico e intenso, con un bouquet floreale dominante di fiori bianchi che si apre a note fruttate molto fresche di pesca di vite. La bocca con i suoi aromi vellutati e persistenti sboccia in un volume untuoso, lasciando una piacevolissima sensazione di pienezza e lunghezza. Il finale si scioglie in una nota discretamente liquorosa e fruttata. È un vino molto pregiato che esprime al meglio la buona maturità delle uve.

Il Malherbe Rosé è il risultato di una macerazione a freddo seguita da un sanguinamento e da una lenta fermentazione alcolica. È un vino molto profumato, molto grasso e morbido in bocca. Ha un bel colore luminoso con sfumature salmone. Una bella ricchezza aromatica con una dominante fruttata di albicocca-pesca e mandarino, che lascia in bocca una formidabile sensazione di freschezza. Morbido, molto vellutato, con una bella persistenza aromatica e un'ottima lunghezza, un vino elegante e raffinato.

Un'altra ricchezza della proprietà: Pointe du Diable Rosé: è un rosé delicato e franco, che sviluppa potenti aromi di frutta esotica, un tocco di spezie, ampio e fruttato in bocca. Un vino molto armonico, rinfrescante, strutturato e setoso, per cucinare d'estate sotto il pergolato, accompagnando un pasto completo.

Da provare anche il Pointe du Diable Rouge, un vino dal bel colore cremisi e dagli aromi di frutti di bosco e violette. Al palato ha molto vigore e sapore e il finale è leggermente speziato con prugne candite.


Vino francese


© Copyright Parigi.com 2010-2024 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti