Parigi

Parigi.com

Bois de Boulogne


Il Bois de Boulogne è un grande parco all'inglese dell'arrondissement 16 di Parigi, tra il Boulevard Périphérique a est e la Senna ad ovest. La sua annessione ufficiale alla città di Parigi risale al 1929.

Si tratta di una delle più estese zone verdi della città e di tutta la Francia, con una superficie di 865 ettari (8,45 km²) nei quali fanno bella mostra di sé svariati giardini e laghi, ma anche strutture adibite allo svago e al divertimento, quali piste da corsa, café, ristoranti, punti ristoro, ed anche una piscina. Dal punto di vista dello svago e degli eventi si consideri ad esempio che in estate, a Luglio, il Bois de Boulogne è sede di una festa con decine di bande musicali e cantanti.

Il parco si estende lungo la Senna ed è ubicato nella parte occidentale di un elegante arrondissement residenziale abitato per lo più da persone benestanti. Giusto per rendere l'idea, l'estensione del parco è tale da avere un'area 2,5 volte più grande di quella del Central Park di New York.

Il Bois de Boulogne ebbe vita dalla foresta di Rouvre, e il sovrano francese Francesco I vi costruì la sua residenza di caccia nel 1527, lo Château de Madrid (Castello di Madrid). Il parco fu aperto al pubblico la prima volta sotto il regno di Luigi XIV.

Il Bois de Boulogne così come appare oggi si deve all'opera del barone Haussmann, che fu impegnato nella realizzazione del parco negli anni tra il 1852 e il 1855. La storia del parco è però ben più antica e risale al periodo in cui il re merovingio Childerico II donò l'appezzamento di terra in cui oggi si estende il parco all'abate di Saint Denis. Nell'area vennero costruiti vari monasteri e, successivamente, Enrico II ed Enrico III recintarono una gran parte di quel terreno con mura e otto cancelli, dopo che Filippo II (Filippo Augusto o Filippo il Conquistatore) lo aveva acquistato, nel secolo XIII.

Il nome Boulogne del parco è dovuto a quello di una vecchia chiesa di pellegrinaggio edificata tra Parigi e il comune francese Boulogne-sur-Mer sotto il regno di Filippo IV (Filippo il Bello), dedicata a Notre-Dame de Boulogne la Petite.

Il Bois de Boulogne fu donato alla città di Parigi nel 1852 e divenne un parco per volere di Napoleone III, che rimase molto colpito dall'Hyde Park di Londra durante il suo esilio in Inghilterra, e che pertanto volle modellare il parco francese in funzione di quello inglese. Nel corso del tempo il parco fu quindi soggetto a varie trasformazioni e a varie sostituzioni della vegetazione; ad esempio i vecchi alberi di quercia presenti in origine vennero impiegati per il riscaldamento e per la costruzione di navi, ed in seguito furono piantati nuovi alberi e piante.

Nel parco furono creati due laghi, collegati fra loro da una cascata, di cui il Lac Inferieur (lago inferiore) contiene due isole connesse da un ponte. Il Grand Lac è ottimo per il canottaggio; al Bois de Boulogne, infatti, ci si può divertire in tanti modi, anche piuttosto particolari o insoliti; ad esempio, nel periodo che va da metà febbraio a metà novembre, si possono noleggiare barche a remi a prezzi relativamente contenuti.

Fra gli alberi presenti oggi nel Bois de Boulogne, anche grazie agli interventi del barone Haussmann nel periodo del Secondo Impero, vi sono querce, faggi, ciliegi, cedri, limoni, carrubi, carpini, sequoie, acacie e olmi. In mezzo a tutto questo verde è possibile fare picnic, bird-watching, giocare a calcio o a golf. C'è insomma l'imbarazzo della scelta su cosa fare in un parco così grande e pieno di attrazioni, con 35 Km di percorsi a piedi, 8 Km di percorsi in bicicletta e 29 Km per corse a cavallo.

Il rinomato ippodromo Longchamp, esteso lungo 57 ettari, ebbe vita nel Bois de Boulogne con inaugurazione nel 1857, grazie all'opera progettuale dell'architetto Antoine-Nicolas Bailly commissionata dal duca Morny. La prima corsa di cavalli dell'ippodromo si tenne dunque nel 1857, con spettatore illustre Napoleone III, mentre il primo Grand Prix de Paris (Gran Premio di Parigi) si tenne nel 1863. L'ippodromo Longchamp è famoso anche per il Prix d'Ispahan, tenutosi la prima volta nel 1873, ma soprattutto per il Prix de l'Arc de Triomphe, evento di fama mondiale, tenutosi la prima volta nel 1920, che riunisce cavalli, fantini ed appassionati di tutto il mondo. Le corse dell'ippodromo sono anche state oggetto di dipinti di artisti del calibro di Édouard Manet e Edgar Degas.

Oltre che riguardo alle competizioni tenute presso l'ippodromo Longchamp, il Bois de Boulogne gode di una certa notorietà in ambiti sportivi, ad esempio perché ivi si tenne la corsa con motori della Paris Cup per la prima volta nel 1945, e perché ancora prima, il parco ospitò le competizioni del croquet delle Olimpiadi estive nel 1900.

Il Bois de Boulogne è costituito da diversi giardini, quali il Jardin d'Acclimatation (denominato anche Jardin Zoologique d'Aclimatation), un parco giochi per bambini, esteso su una superficie di 19 ettari, in cui è possibile giocare e divertirsi con un campo da golf in miniatura, con una casa degli specchi, con un teatro delle marionette, con cavalcate di pony, con il museo per bambini Musée en Herbe, ecc.

Il Jardin d'Acclimatation presente nell'area nord del Bois de Boulogne, inaugurato nel 1860, era inizialmente un giardino botanico adibito ad accogliere piante ed animali esotici; il parco, sin dalla sua nascita, ospita svariate specie di piante e di animali, e basti pensare che conteneva più di 110.000 animali nel 1866. Fra gli animali scorgibili nel parco vi erano orsi, cammelli, canguri; fra le piante abbondavano bambù e banani.

Il Jardin d'Acclimatation ospita quindi diverse attrazioni, per bambini e non, alcune delle quali hanno una grande valenza in ambito culturale; ad esempio vi sono una ménagerie con animali e l'Exploradôme, un museo delle scienze. Curiosamente e tragicamente, il Jardin d'Acclimatation, in passato, venne utilizzato anche come zoo umano, puntando sul fatto che per i Parigini, nell'epoca coloniale, risultavano molto interessanti le popolazioni africane con le quali si erano stabiliti nuovi contatti.

E' nel 1900 che il Jardin d'Acclimatation diventa un'area verde rivolta alle famiglie e, in special modo, ai bambini, con la presenza di mezzi e strumenti volti alla cultura e all'intrattenimento con finalità didattiche e sportive; concerti, eventi sportivi, circo e cinema all'aperto contribuiscono a rendere il giardino molto vivace ed amato dai Parigini e dai turisti di tutto il mondo.

Nel Bois de Boulogne, vicino al Jardin d'Acclimatation, è presente anche il Musée national des Arts et Traditions Populaires, in cui sono custoditi ben 800.000 fra opere d'arte ed oggetti vari, preziosa testimonianza di antiche culture, costumi e credenze, anche nei campi della chiromanzia e dell'astrologia, ma testimone soprattutto di come in antichità venisse lavorata la terra nella Francia, grazie alla presenza di oggetti artigianali relativi all'agricoltura francese tradizionale; non mancano nel museo fotografie ed altri materiali visivi che descrivono a dovere una interessante parte della storia della Francia.

Nel Bois de Boulogne, oltre al Jardin d'Acclimatation, fanno bella mostra di sé il Parc de Bagatelle, il Jardin du Pré-Catelan ed il Jardin des Serres d'Auteil.

Il Parc de Bagatelle, ubicato nella zona centrale del Bois de Boulogne, è frutto del connubio tra uno stile inglese ed uno stile cinese, e presenta una mole incredibile di piante, delle specie più svariate, come ninfee e iris, ed anche uno stupendo giardino di rose la cui fama ha una portata mondiale; esso contiene ben 9.000 piante appartenenti a 1.200 diverse specie. Il parco che oggi viene impiegato come luogo per praticare sport e per svagarsi, un tempo veniva impiegato come riserva di caccia, anche da Napoleone.

Il Parc de Bagatelle nacque dall'ispirazione di Jean-Claude Nicolas Forestier, l'allora Commissario ai Giardini di Parigi, nei dipinti impressionisti di pittori del calibro di Monet, e per questo motivo all'inizio vi furono piantati molti fiori raggruppati in base alla loro specie di appartenenza. Il parco oggi può contare su un continuo rimpolpamento della vegetazione, grazie all'annuale Concours International de Roses Nouvelles, che si tiene a maggio.

Nel Parc de Bagatelle sono presenti l'Orangerie Trianon, presso cui hanno luogo varie mostre, e lo Château de Bagatelle (Castello di Bagatelle), risalente al 1777, voluto dal conte d'Artois, fratello di Luigi XVI, castello pieno di mobili pregiati e magnifici quadri di valore. Progettato in una sola notte dall'architetto François-Joseph Bélanger, il castello fu realizzato in tempo da record da ben 900 manovali circa.

Il Jardin du Pré-Catelan è un parco botanico di 8 ettari risalente al periodo di Napoleone III, che deve il suo nome probabilmente a Théophile Catelan, capitano della caccia alla corte di Luigi XIV che viveva nello Château de la Muette, al confine del Bois de Boulogne. Da un punto di vista storico, questa zona ha una certa importanza anche perché dallo Château de la Muette, nel 1783 ebbe vita con successo il primo volo con un pallone riempito con aria calda, costruito dai fratelli Montgolfier, in pratica il primo volo con una mongolfiera.

Il Jardin du Pré-Catelan è interessante per i concerti e perché contiene il Jardin Shakespeare (Giardino Shakespeare), bellissimo giardino noto per un faggio con foglie di color porpora di 200 anni, dove vi è un teatro all'aperto, il Théâtre de verdure du jardin Shakespeare, costituito da cinque piccoli sotto-giardini denominati con nomi di celeberrime opere shakespeariane: Hamlet (Amleto), Macbeth, The tempest (La tempesta), As you like it (Come vi piace) e A midsummer night's dream (Sogno di una notte di mezza estate). Il Teatro dei Fiori è un teatro all'aria aperta presente nella zona, che può ospitare fino a 300 spettatori, avente origini nel 1856.

Nella zona sud del Bois de Boulogne vi è infine il Jardin des Serres d'Auteuil, giardino botanico con caratteristiche serre risalenti alla fine del secolo XIX e con una produzione di ben 100.000 piante all'anno. La nascita del parco come giardino botanico risale al 1761, al periodo di regno di Luigi XV. Fra le piante che figurano in quest'area vi sono piante tropicali, piante grasse e palme.

Il Bois de Boulogne, quindi, con tutti i suoi interessanti giardini rappresenta da sempre un luogo di interesse notevole per i turisti di tutto il mondo che vi accorrono a milioni ogni anno per passeggiare e rilassarsi in mezzo a un grande polmone naturale all'interno della città di Parigi, districandosi tra gli innumerevoli sentieri e i laghi artificiali che caratterizzano il luogo.

 Prenota hotel vicino a Bois de Boulogne


Quest'area verde si trova in:
Arrondissement 16: Auteuil, Passy, B. Boulogne


Giardini, parchi, piazze di Parigi

Link rapidi a risorse utili:


 Pass Paris Visite per 3 Zone
 Paris Museum Pass
 Paris Pass per 3 Zone
 Pacchetti e biglietti Disneyland Paris
 Carte speciali e Biglietti vari
 Hotel a Parigi



© Copyright Parigi.com 2010-2019 - Vietata la riproduzione, anche parziale. Disclaimer | Cookie policy | Contatti